Rimuovere i punti neri o comedoni: ecco come fare

Quando si tratta di rimuovere i punti neri, spesso si resta in dubbio sul da farsi, si adottano tecniche di manipolazione inappropriate e non si ottengono i risultati desiderati. Ecco come fare.
Rimuovere i punti neri o comedoni: ecco come fare

Scritto da Maite Córdova Vena, 28 agosto, 2021

Ultimo aggiornamento: 31 agosto, 2021

Se è vero che non tutti diamo la stessa importanza agli inestetismi della pelle o alle lesioni causate dall’acne, la verità è che non sono esteticamente gradevoli. Potrebbe essere quindi interessante sapere come rimuovere i punti neri o comedoni aperti.

I comedoni aperti (comunemente noti come punti neri ) sono una delle imperfezioni più comuni. Tendono ad apparire più frequentemente nella zona T del viso, sebbene possano interessare anche altre aree della parte superiore del corpo.

Quando si tratta di rimuovere i punti neri, spesso si resta in dubbio sul da farsi, si adottano tecniche di manipolazione inappropriate e non si ottengono i risultati desiderati.

Cosa c’è da sapere sui punti neri?

Rimuovere i punti neri
I comedoni rappresentano un importante problema estetico spesso associato all’acne. Alcune routine quotidiane aiutano a migliorare l’aspetto della pelle.

I punti neri o comedoni aperti non sono una conseguenza della mancata pulizia del viso. Una pulizia eccessiva, l’uso di prodotti non adatti al tipo di pelle, lo sfregamento costante e l’eccessiva esposizione al sole possono però peggiorarli notevolmente.

Per quanto riguarda le cause, gli esperti della Mayo Clinic spiegano che “un punto nero può sembrare sporco inglobato nei pori. Ma in realtà, il poro è pieno di batteri e materia oleosa, che si scurisce se esposto all’aria “.

I punti neri sono lesioni acneiche non infiammatorie che possono essere rimosse con un adeguato trattamento dermatologico.

Come rimuovere i punti neri?

L’estrazione dei punti neri è una procedura dermatologica in cui viene accuratamente rimosso ciò che sta causando l’ostruzione dei pori, ovvero una miscela di sebo, cellule morte e batteri.

L’obiettivo è spingere lentamente il tappo verso l’alto e verso l’esterno per liberare il poro e migliorare l’aspetto della pelle, ma senza danneggiarla.

Come si estraggono?

Per eseguire l’estrazione in modo efficace, si seguono questi passaggi:

  • Si inumidisce leggermente la pelle con acqua tiepida (o calda fino a una temperatura sopportabile), poiché ciò aiuta ad ammorbidire il tappo e ad aumentare l’apertura dei pori. Per fare ciò, spesso viene utilizzato un vaporizzatore.
    • Alcune estetiste, prima di rimuovere i punti neri, eseguono una delicata esfoliazione della pelle. Tuttavia, non è una procedura obbligatoria. Inoltre, non tutte le pelli possono beneficiare dell’esfoliazione.
  • Successivamente, il dermatologo o l’estetista avvolge le dita in un pezzo di cotone o tessuto fine (come una garza) e inizia a spingere delicatamente il tappo verso l’alto e verso l’esterno per rimuoverlo.
    • Esiste uno strumento chiamato estrattore di comedoni per questo tipo di operazione.

Potrebbe interessarvi anche: Il cioccolato provoca l’acne?

Attenzione a non danneggiare la pelle

Rimuovere i punti neri (sul viso o in altre zone del corpo) è una procedura che deve essere eseguita con cura e pazienza. Se il tappo non si muove dopo un paio di tentativi, sarà meglio usare nuovamente il vaporizzatore per qualche minuto per cercare di ammorbidire il poro e rimuoverlo più facilmente.

  • Anche se si è tentati di insistere finché non esce il punto nero, è meglio evitare. Premere troppo forte può danneggiare la pelle e persino causare cicatrici.
  • Se si utilizza un estrattore di comedoni, è necessario farlo con attenzione, poiché una pressione eccessiva può facilmente danneggiare la pelle.
  • Andare in un centro estetico autorizzato è più utile che cercare di rimuovere i punti neri a casa. Soprattutto se sono numerosi e diffusi su varie parti del viso e del busto.

Come rimuovere i punti neri a casa in modo corretto?

Prima di rimuovere i punti neri è importante lavare bene le mani.
Nel caso di una pulizia del viso fatta in casa, è importante mantenere l’igiene in ogni momento per ridurre il rischio di infezioni.

Nel caso in cui desideriate rimuovere i punti neri a casa, ricordate che:

  • Bisogna lavarsi bene le mani prima di manipolare la pelle del viso.
  • Riempite una pentola capiente con acqua e portatela a bollore.
  • Tenete un asciugamano (per il corpo) e un pezzo di cotone sterile o una garza a portata di mano.
  • Quando l’acqua ha raggiunto il punto di ebollizione, spegnete il fuoco.
  • Mettete l’asciugamano sulla testa e avvicinatevi con attenzione alla pentola. Mantenete una distanza di sicurezza per non bruciare la pelle.
  • Attendete qualche minuto affinché il vapore dell’acqua ammorbidisca la parte esterna dei punti neri.
  • Togliete l’asciugamano, prendete il cotone o la garza e iniziate a estrarre i punti neri con delicatezza.

In nessun caso si dovranno utilizzare le unghie o le dita senza garza, poiché possono aggredire la pelle e peggiorare la situazione.

Se pensate di avere molti punti neri e volete eliminarli una volta per tutte, è meglio affidarsi alle mani di un dermatologo. Lo specialista sarà in grado di fornirvi un trattamento appropriato, nonché le migliori linee guida per iniziare a prendervi più cura della vostra pelle.

Potrebbe interessarti ...
Segni e sintomi dell’acne
Muy SaludLeggi in Muy Salud
Segni e sintomi dell’acne

I segni e i sintomi dell'acne possono colpire il viso, il collo, la parte superiore del corpo, sotto forma di brufoli, punti neri o noduli.