Cos'è l'orticaria cronica?

L'orticaria cronica è quella che si manifesta con episodi permanenti sulla pelle. Scopri tutto quello che dovresti sapere su di lei.
Cos'è l'orticaria cronica?

Ultimo aggiornamento: 23 dicembre, 2022

Secondo la British Skin Foundation, l’orticaria è una reazione cutanea che colpisce 1 persona su 5 almeno una volta nella vita. La maggior parte dei pazienti supera gli episodi in poche ore o giorni, ma altri devono affrontare le riacutizzazioni per settimane o anni. Questi casi sono noti come orticaria cronica.

Secondo alcuni ricercatori, la prevalenza una tantum dell’orticaria cronica varia dallo 0,5% al 5% dei pazienti. Spesso non è possibile trovare i trigger delle reazioni, quindi sono classificati come idiopatici.

Cause dell’orticaria cronica

L’orticaria si verifica quando un gruppo di cellule chiamate mastociti rilascia istamina e altre sostanze chimiche vicino alla superficie della pelle. L’istamina è una sostanza che il corpo secerne contro le reazioni allergiche, ma la verità è che la maggior parte dei casi di orticaria non è considerata tale.

Cioè, molti (ma non tutti) i pazienti non sono allergici. Quindi questa reazione chimica rimane un mistero per gli specialisti.

Sebbene le cause esatte dell’orticaria cronica non siano note, ci sono diverse ipotesi che hanno un certo prestigio. Le prove indicano i seguenti autori:

  • Fattori fisici: stimoli meccanici esogeni possono generare episodi di orticaria cronica. Molti non possono essere controllati dai pazienti. Ad esempio, sbalzi di temperatura ( caldo o freddo ), stress, esposizione al sole, contatto con l’acqua, sfregamento o esercizio fisico.
  • Reazione autoimmune: Alla fine del XX secolo è stato proposto che l’orticaria cronica potesse essere una reazione autoimmune. Questo spiegherebbe perché molti pazienti sviluppano anche altri disturbi, come il lupus eritematoso sistemico, l’artrite reumatoide o la crioglobulinemia.
  • Infezioni: sebbene l’associazione non sia del tutto chiara, studi e ricerche indicano che le infezioni da virus, parassiti e funghi possono spiegare alcuni casi. Alcuni dei possibili colpevoli sono Streptococcus, Mycoplasma, Helicobacter pylori, virus dell’epatite B, virus dell’herpes simplex e candida.
  • Altri: l’assunzione di alcuni farmaci, fattori neurologici e il contatto diretto con alcuni trigger possono causare questo tipo di orticaria.

Naturalmente, l’orticaria cronica può anche essere una manifestazione di una reazione allergica o pseudo-allergica. In questo senso, l’ evidenza indica che questi episodi sono legati all’assunzione di alcuni gruppi di alimenti.

Esposizione al freddo che causa orticaria cronica.
Il freddo è un agente fisico in grado di generare l’orticaria nei pazienti sensibili.

Sintomi dell’orticaria cronica

I sintomi dell’orticaria cronica sono molto vari e si presentano in modo diverso nei pazienti. Di solito sono indistinguibili dalla variante acuta, solo che questa volta le manifestazioni si estendono per più di 6 settimane.

Queste sono le caratteristiche principali del disturbo: se lo sviluppi per più di 1 mese e mezzo, indipendentemente dal fatto che i segni siano intermittenti, il tuo caso corrisponde alla variante cronica. Secondo i ricercatori, possiamo evidenziare le seguenti caratteristiche cliniche:

  • Eruzioni cutanee di varie forme e dimensioni.
  • Prurito e gonfiore nelle zone colpite.
  • Angioedema: gonfiore sottocutaneo, non superficiale.
  • Nausea, vertigini, dolore addominale, mal di testa e mancanza di respiro (non in tutti i pazienti).

Le manifestazioni possono manifestarsi in qualsiasi parte del corpo ed essere generali o localizzate. Tuttavia, le aree preferite sono le braccia, le gambe e la schiena. Senza dubbio, il segno più caratteristico è che le eruzioni sono accompagnate da prurito.

Questo fa sì che i sintomi peggiorino e le eruzioni cutanee crescano e si uniscano l’una all’altra. Tutto questo può scatenare l’ ansia.

Come viene diagnosticata l’orticaria cronica?

La diagnosi di orticaria cronica può essere effettuata su base ambulatoriale, sebbene lo specialista possa ordinare alcuni test per escludere altre spiegazioni. La prima cosa che farai è valutare i sintomi, la storia del paziente, la storia familiare e le abitudini quotidiane.

Per trovare le possibili cause degli episodi, i ricercatori suggeriscono di eseguire diversi test di stimolazione cutanea (per freddo, caldo o pressione). Questo processo di rilevamento può richiedere diverse settimane, poiché anche l’esercizio fisico e la dieta devono essere esclusi.

Al paziente verrà suggerito di tenere un diario che riporti tutte le attività svolte prima che si manifestasse o peggiorasse un focolaio. In questo modo, i catalizzatori possono essere trovati in modo più oggettivo. Il medico valuterà anche il rischio che la persona sviluppi una reazione anafilattica.

Alimenti che causano l'orticaria cronica.
Il registro degli alimenti che si mangia è importante per escludere allergie legate ai prodotti della dieta.

Opzioni di trattamento

Il trattamento per l’orticaria cronica varia a seconda del fattore scatenante. Se viene trovato ciò che sta causando le riacutizzazioni, il paziente può avviare un cambiamento nello stile di vita per ridurre al minimo la possibilità di una reazione.

Ad esempio, evita alcuni cibi che scatenano episodi o riducono l’esposizione al sole. I ricercatori raccomandano di trattare i sintomi con antistaminici. Puoi usare la prima o la seconda generazione. Tra questi ultimi c’è la loratadina.

La dose è regolata dal medico e non è raro che raddoppi o triplichi se non ci sono miglioramenti durante le prime settimane. Inoltre, l’ American Academy of Dermatology (AAD) raccomanda a tutti i pazienti di:

  • Evita le situazioni stressanti.
  • Indossa abiti larghi quando possibile.
  • Applicare creme idratanti senza profumo più volte al giorno.
  • Allevia gli sfoghi applicando impacchi freddi (a meno che il freddo non sia il fattore scatenante).
  • Evitare di esercitare pressione sulla pelle (borse e cinghie possono causare sfoghi).
  • Consultare lo specialista nel caso in cui non si notino miglioramenti con il trattamento,

Conoscere gli agenti causali è essenziale

Tieni presente che l’orticaria cronica è una condizione molto incoerente. Può durare per anni con riacutizzazioni quotidiane e poi svanire per la stessa quantità di tempo.

L’importante è conoscere la diagnosi, essere in cura e mettere in atto una serie di abitudini per evitare di esporsi ai catalizzatori. Il riconoscimento degli agenti produttori è fondamentale.

Potrebbe interessarti ...
I diversi tipi di macchie sul viso
Muy Salud
Leggi in Muy Salud
I diversi tipi di macchie sul viso

Esistono diversi tipi di macchie sul viso con origine diversa. Potreste nominare e identificare più di 3? Vi aiutiamo di seguito.



  • Godse, K. V. (2009). Chronic urticaria and treatment options. Indian journal of dermatology. 2009; 54(4), 310.
  • Magen E, Mishal J, Schlesinger M, Scharf S. Eradication of Helicobacter pylori infection equally improves chronic urticaria with positive and negative autologous serum skin test. 2007 Oct;12(5):567-71.
  • Moneret-Vautrin DA. Urticaires chroniques d’origine alimentaire [Allergic and pseudo-allergic reactions to foods in chronic urticaria]. Ann Dermatol Venereol. 2003 May;130 Spec No 1:1S35-42.
  • Sachdeva S, Gupta V, Amin SS, Tahseen M. Chronic urticaria. Indian J Dermatol. 2011 Nov;56(6):622-8.
  • Schaefer P. Acute and Chronic Urticaria: Evaluation and Treatment. Am Fam Physician. 2017 Jun 1;95(11):717-724.
  • Schoepke N, Doumoulakis G, Maurer M. Diagnosis of urticaria. Indian J Dermatol. 2013 May;58(3):211-8.
  • Wai YC, Sussman GL. Evaluating chronic urticaria patients for allergies, infections, or autoimmune disorders. Clin Rev Allergy Immunol. 2002 Oct;23(2):185-93.
  • Wedi B, Raap U, Kapp A. Chronic urticaria and infections. Curr Opin Allergy Clin Immunol. 2004 Oct;4(5):387-96.

Los contenidos de esta publicación se redactan solo con fines informativos. En ningún momento pueden servir para facilitar o sustituir diagnósticos, tratamientos o recomentaciones provenientes de un profesional. Consulta con tu especialista de confianza ante cualquier duda y busca su aprobación antes de iniciar o someterse a cualquier procedimiento.