Come uscire dalla routine: 10 passi

Daniela Andarcia · 2 Giugno, 2021
Le nostre giornate non dovrebbero essere eccessivamente scandite dalle abitudini; a lungo termine la monotonia diventa noiosa da sopportare, provoca depressione e stanchezza. Come spezzare la routine?

Arriva sempre quel momento della vita in cui la stagnazione sembra prendere il sopravvento. Ti senti stanco, annoiato, esausto e demotivato. Ciò che più deprime è la sensazione di essere intrappolati, di continuare a vivere le stesse situazioni all’infinito; il lavoro diventa pesante e, per di più, si accumula. Come uscire dalla routine?

Il segreto per uscire dalla routine mentale e fisica è agire. Non hai bisogno dell’aiuto di nessuno, a meno che tu non voglia. Devi solo volerlo e cominciare a fare un passo verso il cambiamento. Scopri alcuni suggerimenti che ti saranno utili per uscire dalla monotonia.

10 regole per uscire dalla routine

Alcune abitudini sono così radicate nella nostra vita che facciamo fatica a liberarcene. È normale essere spaventati e metterci sulla difensiva di fronte ai grandi cambiamenti. Tuttavia, nel momento in cui siamo consapevoli del motivo che ci spinge a cambiare, tutto diventa più sopportabile. Per fare ciò, inizia così:

1. Accetta la situazione

uscire dalla routine comincia da un'autoanalisi.
Il primo passo è fare un’autoanalisi per identificare il problema.

Negare il malessere rende impossibile trovare lo stimolo per avviare le modifiche necessarie; ecco perché rendersi conto di essere bloccati in uno stile di vita che non ci piace è un passo necessario. Negare è, tuttavia, normale.

Un’altra reazione è sentirsi sopraffatti. Aver voglia di lasciarsi alle spalle la noia, ma pensare che ciò comporti troppa fatica, ti farà entrare in un ciclo senza fine, aumentando angoscia e insoddisfazione. Quindi, devi essere disposto a fare i cambiamenti necessari.

Un altro modo giusto per iniziare è eliminare il senso di colpa. Giudicarti con durezza ti fa sviare dal tuo vero obiettivo. Concentrati solo sulla meta; immagina di spingere te stesso fuori dal pantano.

2. Identifica la causa

La depressione può diventare un serio ostacolo all’azione. Pertanto, è necessario identificare con un piccolo esame di coscienza la vera causa del motivo per cui ti senti male.

Forse il lavoro non è così soddisfacente, ti senti intrappolato e in un vicolo cieco? Il tuo rapporto di coppia non sta andando come ti aspettavi, o sono una serie di piccoli stress che ti causano questo esaurimento emotivo?

Per identificare la radice del problema, prova a rispondere a queste domande:

  • Che cosa nella mia vita mi fa sentire felice o gioioso?
  • Cosa mi sta stressando in questo momento?
  • Svolgo le mie attività perché mi sento obbligato o perché lo voglio?
  • Le mie amicizie e le mie relazioni mi soddisfano?
  • Sono con il mio partner o faccio questo lavoro perché ho già investito delle energie e sento di non avere più opzioni?

Se ritieni che queste emozioni siano un fardello troppo pesante da sopportare, puoi anche cercare l’aiuto di un terapeuta.

3. Valuta gli obiettivi

Gli obiettivi realistici sono motivanti. È dunque meglio fissare degli obiettivi che puoi raggiungere; anche se non è sbagliato sognare e proporsi una meta che al momento è fuori dalla tua portata.

Tieni però conto che la maggior parte dei tuoi obiettivi deve essere adattata alla tua realtà; in caso contrario sarai preda di una chimera che ti porterà, probabilmente, a fallire nello scopo; quindi, ti sentirai frustrato e con poco coraggio per ricominciare.

È importante ricordare che non c’è niente di sbagliato nel tornare indietro e ricalibrare gli obiettivi, anzi a volte è la chiave per andare avanti. Sii persistente, ce la puoi fare!

4. Apporta piccole modifiche

Nel momento in cui ti rendi conto di essere bloccato nella routine e che la vita ti sta scappando dalle dita, potresti avvertire una scarica di adrenalina; il primo impulso è rivedere completamente le tue abitudini: un cambiamento grande e importante è quello che ci vuole!

Sembra fantastico, vero? Bene, la verità è che i bruschi cambiamenti di routine potrebbero essere controproducenti e difficili da rispettare. Iniziare con piccole modifiche, una o due, ti permetterà un po’ più di controllo sul processo di cambiamento.

Tieni presente che apportare piccole modifiche rallenta il processo e richiede più tempo per sapere se funzionano o meno. Un consiglio è, una volta identificata la causa del malessere, di concentrarsi prima sui piccoli cambiamenti e poi aumentarli in modo progressivo.

Se la dimensione da cambiare è il lavoro, ad esempio, comincia a informarti se sia possibile cambiare reparto.

5. Prenditi cura di te

Prenderti cura di te stesso sarà sempre una buona abitudine; può anche darsi che il motivo di infelicità nasca dall’avere trascurato la tua salute. “Rinfresca” il corpo e la mente, aumenta l’energia e la motivazione.

Modificare il tuo stile di vita con le seguenti attività ti aiuta ad essere più concentrato, ad accettare il cambiamento:

  • Prendi un po’ di fiato quando hai raggiunto un obiettivo difficile.
  • Trova il tempo per rilassarti.
  • Fai esercizio fisico regolare.
  • Concediti del tempo libero quando ti senti esausto.
  • Trascorri bei momenti con i tuoi cari.
  • Cerca di avere una buona qualità del sonno.
  • Segui un’alimentazione sana ed equilibrata.

6. Disconnettiti per uscire dalla routine

Come uscire dalla routine? Esercizio fisico.
L’esercizio fisico è un ottimo modo per liberare la mente e alleviare lo stress.

È normale seguire alcune routine, come spazzolare i denti la mattina o bere un bicchiere di latte prima di andare a letto. Ma una vita piena di abitudini e senza novità tenderà a essere noiosa, affaticante e persino deprimente.

Disconnettersi può significare dimenticare il cellulare per un po’. Quando concediamo al nostro cervello un po’ di libertà, la corteccia prefrontale dorsolaterale inizia a risolvere problemi, sfruttando regole e modelli di comportamento acquisiti da precedenti esperienze.

Staccare la spina al cervello può aumentare le tue capacità di risolvere i problemi, di acquisire nuove conoscenze e quindi uscire dalla routine. Per questo:

  • Permetti al tuo cervello di vagare un po’.
  • Fai una passeggiata in quartiere.
  • Prenditi del tempo per entrare in contatto con la natura.
  • Disegna o scarabocchia su un foglio di carta bianco.
  • Concediti un piacevole pisolino.

Il segreto per disconnettere la mente è schermare gli stimoli esterni.

7. Sii più impulsivo

L’impulsività ha le sue sfumature negative, tuttavia l’altra faccia della medaglia è che, se ben indirizzati, i tuoi impulsi possono essere sicuri e benefici. Due vantaggi di seguire l’istinto: aumenta la fiducia in noi stessi e ci offre l’opportunità di esplorare nuove strade.

Alcuni impulsi che possono fare la differenza:

  • Dire di sì a un invito.
  • Iscriversi a un seminario di danza terapia.
  • Fare un viaggio alla scoperta di un paese e la sua cultura.
  • Offrirsi come volontario alla guida un progetto.

8. Sii realistico

Le persone realistiche, quando devono affrontare un problema, si concentrano sulle possibili alternative. Una buona pratica è evitare di incolpare gli altri se in questo momento stai vivendo una vita monotona.

Le cose non si risolvono per magia e stare seduti ad aspettare che accada ciò che desideri non è utile; ricorda: l’unica persona che può apportare un cambiamento sei tu. Dimentica l’esterno e rifletti sulle tue azioni: ti aiuterà a essere determinato e a indirizzare energia sull’obiettivo.

9. E se invece non fosse colpa della routine?

Alcune volte la sensazione di essere bloccati nella routine è illusoria; in realtà siamo bloccati dalla depressione. Sentirci in trappola, pensare che la fuga sia impossibile ci dà la falsa impressione di essere schiavi delle abitudini.

Alcuni sintomi indicano che l’insofferenza alla routine ha origine invece dalla depressione:

  • Mancanza di energia.
  • Scarso interesse per le attività quotidiane.
  • Difficoltà a provare piacere nella vita.
  • Mancanza di motivazione e produttività.
  • Bassa autostima.

Anche quando questi sintomi sono molto lievi, possono influenzare l’andamento della tua giornata. Molte persone non si rendono conto di soffrire di depressione e questo le costringe a mantenere una routine non voluta.

10. Cerca un aiuto

In alcuni casi, cercare un aiuto può rappresentare una svolta. Se ti senti bloccato e i tuoi tentativi di uscire dalla routine non hanno avuto successo, allora potrebbe esser il momento di cercare il supporto di un terapista.

Ti aiuterà a identificare le aree della vita in cui non ti senti a tuo agio, le abitudini che non funzionano per te e ti motiverà a un cambiamento efficace.

Le abitudini possono essere salutari, ma non devono dominare le nostre giornate

È salutare che ci siano abitudini nella nostra vita, come lavarsi i denti tre volte al giorno o andare a correre quando torniamo da lavoro. Tuttavia, le nostre giornate non dovrebbero essere eccessivamente scandite dalla routine; questo a lungo termine diventa noioso da sopportare, provoca depressione e stanchezza.

Riassumendo, per spezzare la routine devi essere consapevole della situazione, identificare cosa ti causa stress o tristezza, fissare obiettivi realistici, non dimenticare la cura personale e quando è necessario, disconnettere la mente. Ricorda: prenderti del tempo per te stesso è sempre una buona scelta.

  • Szczepanski, S. M., & Knight, R. T. (2014). Insights into human behavior from lesions to the prefrontal cortex. Neuron, 83(5), 1002–1018. https://doi.org/10.1016/j.neuron.2014.08.011
  • Kisa, C., Yildirim, S. G., & Göka, E. (2005). Ataklik ve Ruhsal Bozukluklar [Impulsivity and mental disorders]. Turk psikiyatri dergisi = Turkish journal of psychiatry, 16(1), 46–54.