Treonina: un amminoacido essenziale per il sistema epatico

Una carenza di treonina può aumentare il rischio di sviluppare patologie come la steatosi epatica non alcolica; si tratta di una malattia spesso di difficile gestione, che lascia sequele o condiziona la qualità della vita.
Treonina: un amminoacido essenziale per il sistema epatico
Saúl Sánchez

Scritto e verificato da el nutricionista Saúl Sánchez in 21 aprile, 2021.

Ultimo aggiornamento: 21 aprile, 2021

La treonina è considerata un amminoacido essenziale. Ciò significa che il corpo umano non è in grado di sintetizzarla da solo. Per questo motivo deve comparire in modo regolare nella dieta, attraverso il consumo di proteine di origine animale.

Prima di iniziare, va notato che le proteine animali hanno un valore biologico superiore a quelle di origine vegetale. Ciò significa che in esse non manca nessuno degli amminoacidi essenziali; hanno, inoltre, un buon punteggio in termini di digeribilità.

Come si ottiene la treonina?

Come abbiamo detto, la treonina è un componente delle proteine. Di solito è ottenuta in laboratorio attraverso un procedimento di fermentazione, mediato da microrganismi come i lieviti.

Tuttavia, può anche essere isolata mediante tecniche di idrolisi, sebbene questo sia un metodo che di solito viene eseguito solo per scopi farmaceutici.

In natura, la treonina è prodotta dall’azione di alcuni enzimi che trasformano l’acido aspartico. La funzione principale di questo amminoacido è quella di partecipare al metabolismo dei grassi che verranno depositati negli organi come riserva, come avviene nel fegato. Ciò è dimostrato da uno studio pubblicato sulla rivista Biochemistry.

Fonti di treonina

I pesci sono una buna fonte di treonina
Gli alimenti di origine animale sono un’ottima fonte di aminoacidi.

La treonina non può essere sintetizzata nel corpo, quindi deve essere introdotta attraverso la dieta. In caso contrario, si può verificare una situazione di deficit che mette a rischio la salute.

Quasi tutti gli alimenti di origine animale contengono treonina nella loro composizione, essendo un elemento di base delle proteine. Ad esempio, pesce, uova, latticini e carne, offrono un apporto più che ottimale. Se questi alimenti compaiono spesso nella dieta, il fabbisogno di treonina viene più che soddisfatto.

Tuttavia, la treonina entra a far parte anche di molte proteine vegetali. La frutta, ad esempio, è una buona fonte di questo nutriente, che può essere trovato anche nelle noci e nei semi.

Poiché sia i prodotti animali che vegetali contengono quantità significative dell’amminoacido, non vi è alcun rischio di soffrire di una carenza anche in un contesto più restrittivo, come la dieta vegana.

Funzioni della treonina

La treonina svolge varie funzioni nel nostro corpo. La sua caratteristica è di per poter essere trasformata in glucosio e glicogeno a livello epatico, attraverso vari processi metabolici. Questo processo è noto come gluconeogenesi e consente al corpo di non restare senza carburante in situazioni in cui l’apporto alimentare di zuccheri è insufficiente.

D’altra parte, la treonina potrebbe limitare il rischio di sviluppare la malattia del fegato grasso, come evidenziato da una ricerca pubblicata su Hepatology CommunicationsIn ogni caso, si deve tener conto del fatto che lo studio è stato condotto sui topi; non è quindi certo che un aumento dell’apporto del nutriente riduca l’incidenza della malattia.

Inoltre, la treonina potrebbe ridurre il rischio di sviluppare alcune malattie degenerative come l’artrite. In questo senso, potrebbe rappresentare una svolta nel trattamento di problematiche come distorsioni o tendiniti, sebbene sia necessario stabilire protocolli e condurre ulteriori studi.

Nelle patologie legate a una degenerazione tissutale, i nutrienti che hanno mostrato maggiore efficacia sono quelli che riescono a modulare i processi infiammatori, come la curcumina. Ciò è confermato da uno studio pubblicato sul Journal of Medicinal Food.

Alcuni test condotti su animali suggeriscono che alte dosi di treonina potrebbero essere di beneficio nelle malattie che colpiscono le mucose e gli organi dell’apparato digerente.

Potrebbe anche esercitare un effetto protettivo contro lo sviluppo di alcuni processi infiammatori mediati dal fattore di necrosi tumorale.

Treonina e salute del fegato

È chiaro che buona parte del metabolismo della treonina avviene nel fegato. Qui può essere trasformata in glucosio da utilizzare come substrato; è però anche il luogo in cui si produce energia, processi in cui la treonina partecipa in modo attivo.

Ha, infatti, un ruolo importante nel ciclo di Krebs, necessario per la produzione di energia; inoltre svolge una funzione nella disintossicazione del tessuto epatico, attraverso la sintesi del collagene e i processi fisiologici che hanno a che fare con con la produzione di grasso.

Una carenza di questo amminoacido può aumentare il rischio di sviluppare patologie come la steatosi epatica non alcolica; si tratta di una malattia spesso di difficile gestione, che lascia sequele o condiziona la qualità della vita.

Va notato che esistono diversi alimenti o nutrienti in grado di stimolare la funzionalità epatica. Ad esempio, il cardo mariano viene sovente utilizzato per tamponare gli effetti secondari sul fegato causati dai farmaci, come evidenziato da uno studio pubblicato su Medicine.

Treonina e microbiota

La treonina non offre solo un beneficio a livello epatico. Alcuni studi recenti, sebbene condotti solo su animali, suggeriscono l’importanza di questo amminoacido nel garantire una corretta composizione del microbiota intestinale.

Infatti, un adeguato consumo del nutriente è correlato a un minor rischio di sviluppare problemi legati all’apparato digerente.

Tuttavia, sono necessari studi sull’uomo per confermarlo, poiché la maggior parte di quelli effettuati fino ad oggi sono stati condotti su roditori o uccelli. Anche così è possibile ipotizzare che un corretto e continuo apporto di treonina sia un fattore chiave per evitare alterazioni dei batteri che popolano l’intestino.

In ogni caso, la composizione del microbiota dipende da differenti fattori a livello alimentare. L’assunzione di cibi fermentati o fibre può avere un impatto molto più importante rispetto all’apporto di un singolo amminoacido.

Altri amminoacidi importanti

La treonina non è il solo amminoacido importante per il nostro corpo. Molti altri hanno funzioni essenziali e aiutano a prevenire lo sviluppo di patologie complesse. Uno di questi è la glutammina, in grado di migliorare la salute intestinale, grazie alla sua capacità di riparare il tessuto del tratto digerente.

Un altro è la leucina, fondamentale nel processo di riparazione o crescita del tessuto muscolare. Negli atleti il fabbisogno è maggiore.

Tuttavia, a differenza dei due amminoacidi menzionati, per la treonina non si prevede un’integrazione alimentare. È comune trovare in commercio prodotti a base di glutammina o leucina, soprattutto in ambito sportivo o ospedaliero. Tuttavia, ad oggi non esistono integratori di treonina, poiché non è stato riscontrato alcun effetto positivo da un suo maggior apporto.

L’importanza di coprire il fabbisogno proteico

La treonina supporta lo sviluppo muscolare.
Per gli sportivi che cercano di aumentare la massa muscolare, il consumo di treonina è importante.

Probabilmente avete già sentito ripetere, in più di un’occasione, che è essenziale soddisfare il fabbisogno proteico su base giornaliera. Questi nutrienti forniscono amminoacidi che vengono utilizzati in numerose funzioni.

Le attuali linee guida nutrizionali consigliano un apporto di almeno 1,2 grammi di proteine / chilogrammo di peso corporeo / giorno, che può essere aumentato in caso di esercizio fisico regolare.

È anche importante che almeno la metà di questi nutrienti provenga da alimenti di origine animale. Come abbiamo già detto, le loro proteine hanno un valore biologico più elevato, quindi non mancano di alcun amminoacido essenziale. Hanno anche livelli di digeribilità ottimali.

Non bisogna però trascurare il consumo di verdure, poiché forniscono anche una buona quantità di proteine, oltre a fitonutrienti importanti per la prevenzione di malattie croniche e complesse.

Se avete dubbi sulla corretta percentuale di proteine nella vostra dieta, può essere utile consultare il nutrizionista. Potrebbe essere necessario fare qualche modifica alla dieta per massimizzare l’apporto proteico. Oppure potrebbe consigliare un integratore proteico, se necessario.

Treonina, un amminoacido importante per il fegato

Come abbiamo visto, la treonina è un amminoacido essenziale perché svolge un ruolo importante nel metabolismo e nella salute del fegato. Tuttavia, restano ancora diversi dubbi sul ruolo che svolge in alcuni processi, dubbi che verranno chiariti dalle ricerche in corso.

È un nutriente ampiamente studiato nel metabolismo animale, ma non tanto nell’uomo. Ciò che è chiaro è che un apporto insufficiente di questo amminoacido può avere un effetto negativo sulla salute del fegato, aumentando il rischio di ammalarsi.

Per fortuna la treonina si trova in molti alimenti, sia di origine animale che di origine vegetale. Con una dieta variata, pertanto, sarà difficile andare incontro ad una carenza.

Potrebbe interessarti ...
Vitamina B6 (piridossina): caratteristiche e funzioni
Muy SaludLeggi in Muy Salud
Vitamina B6 (piridossina): caratteristiche e funzioni

La vitamina B6 partecipa a numerose funzioni nel nostro corpo, importanti e in grado di condizionare il nostro benessere. Cosa c'è da sapere?



  • Malinovsky AV. Why Threonine Is an Essential Amino Acid in Mammals and Birds: Studies at the Enzyme Level. Biochemistry (Mosc). 2018 Jul;83(7):795-799. doi: 10.1134/S0006297918070039. PMID: 30200864.
  • Nuñez-Durán E, Aghajan M, Amrutkar M, Sütt S, Cansby E, Booten SL, Watt A, Ståhlman M, Stefan N, Häring HU, Staiger H, Borén J, Marschall HU, Mahlapuu M. Serine/threonine protein kinase 25 antisense oligonucleotide treatment reverses glucose intolerance, insulin resistance, and nonalcoholic fatty liver disease in mice. Hepatol Commun. 2017 Nov 20;2(1):69-83. doi: 10.1002/hep4.1128. PMID: 29404514; PMCID: PMC5776874.
  • Daily JW, Yang M, Park S. Efficacy of Turmeric Extracts and Curcumin for Alleviating the Symptoms of Joint Arthritis: A Systematic Review and Meta-Analysis of Randomized Clinical Trials. J Med Food. 2016 Aug;19(8):717-29. doi: 10.1089/jmf.2016.3705. PMID: 27533649; PMCID: PMC5003001.
  • An JM, Kang EA, Han YM, Kim YS, Hong YG, Hah BS, Hong SP, Hahm KB. Dietary threonine prevented stress-related mucosal diseases in rats. J Physiol Pharmacol. 2019 Jun;70(3). doi: 10.26402/jpp.2019.3.14. Epub 2019 Sep 27. PMID: 31566193.
  • Shi Z, Wu J, Yang Q, Xia H, Deng M, Yang Y. Efficacy and safety of milk thistle preventive treatment of anti-tuberculosis drug-induced liver injury: A protocol for systematic review and meta-analysis. Medicine (Baltimore). 2020 Dec 24;99(52):e23674. doi: 10.1097/MD.0000000000023674. PMID: 33350748; PMCID: PMC7769318.
  • Bortoluzzi C, Rochell SJ, Applegate TJ. Threonine, arginine, and glutamine: Influences on intestinal physiology, immunology, and microbiology in broilers. Poult Sci. 2018 Mar 1;97(3):937-945. doi: 10.3382/ps/pex394. PMID: 29294123.