Tigna, sintomi, cause e trattamento

Le tipiche lesioni da tigna sono rotonde, squamose e arrossate, e causano intenso prurito. Ulteriori informazioni su questa condizione in questo articolo.
Tigna, sintomi, cause e trattamento
Diego Pereira

Scritto e verificato da el médico Diego Pereira in 07 settembre, 2021.

Ultimo aggiornamento: 07 settembre, 2021

Sapevate che la tigna è una delle infezioni della pelle più comuni? È causata da funghi con affinità alla cheratina e appartiene al gruppo delle micosi superficiali, poiché colpisce gli strati “superiori” dell’epidermide.

A causa dell’ampia varietà di manifestazioni cliniche e agenti causali, la tigna viene solitamente sottoclassificata. In generale, il processo diagnostico e il trattamento sono abbastanza semplici, sebbene quest’ultimo tenda a richiedere diverse settimane.

Abbiamo preparato il seguente articolo con le informazioni più importanti sulla malattia. Se siete interessati a saperne un po’ di più, continuate a leggere!

Sintomi della tigna

Uomo con tigna sul cuoio capelluto
La tigna può colpire qualsiasi punto della pelle. Quando si verifica sul cuoio capelluto, è spesso associata alla caduta dei capelli.

Le manifestazioni cliniche possono variare a seconda dell’area del corpo interessata. In effetti, questo consente di classificare i diversi tipi di tigna. Di seguito descriveremo i più importanti:

  • Tigna del corpo: sebbene nella maggior parte dei casi colpisca il tronco, in realtà questo termine si applica anche al viso e a parte degli arti. Di solito sono presenti piccole lesioni circolari e rosse (soprattutto ai bordi), che nel tempo crescono e iniziano a sfaldarsi.
  • Tigna del cuoio capelluto: nota anche come tinea capitis, è solitamente causata dal microsporum canis, anche se ciò dipende dall’area geografica. Di solito provoca lesioni circolari, squamose, associate a prurito e caduta dei capelli. In casi rari, si può sviluppare una grave complicanza infiammatoria chiamata kerion Celsi.
  • Tigna dell’inguine: colpisce l’interno coscia alla giunzione con la regione inguinale. Come gli altri tipi di tigna, le lesioni possono peggiorare in condizioni specifiche come l’umidità e l’oscurità, elementi che caratterizzano questa zona.
  • Tigna delle unghie: è un tipo abbastanza caratteristico in cui le unghie si ispessiscono, acquisiscono un colore giallastro e possono iniziare a staccarsi dal letto ungueale. Solitamente sono le conseguenze estetiche che motivano il paziente a ricorrere al medico.

Cause

Trattandosi di un’infezione, la causa dei diversi tipi di tigna è una conseguenza della proliferazione del microrganismo causale. In questo caso sono conosciuti come dermatofiti, tipo di fungo che ha un’affinità per la cheratina, una sostanza abbondante sulla superficie della pelle e parte fondamentale dello strato corneo dell’epidermide.

Si contano diversi generi e specie all’interno di questo gruppo e la sua prevalenza dipende dall’area e dal tipo di tigna considerato. I microrganismi più coinvolti sono solitamente Trichophyton rubrum, T. mentagrophytes e Microsporum canis.

Gli esperti della Mayo Clinic ci aiutano a capire come si può contrarre questa malattia. Ciò richiede un contatto ravvicinato e prolungato con altri esseri umani, animali, oggetti o il suolo. Infezione e sintomi si verificheranno quando il patogeno coinvolto riesce a superare le barriere naturali del sistema immunitario della pelle.

Diagnosi

Diversi studi spiegano che la diagnosi di tigna si basa in larga misura sull’anamnesi. La presenza di fattori di rischio, il decorso clinico e l’aspetto delle lesioni sono spesso utili per stabilire la diagnosi.

Tuttavia, esistono metodi di conferma. L’osservazione diretta dei dermatofiti al microscopio e con l’ausilio di idrossido di potassio (KOH) al 10% è una tecnica abbastanza efficace, veloce ed economica. I campioni vengono solitamente ottenuti “raschiando” i bordi attivi della lesione di interesse.

È invece possibile effettuare colture specifiche per osservare la crescita dei funghi e consentire l’identificazione di specie e genere. Poiché richiede più tempo per produrre risultati, è un esame più costoso e non è sempre necessario per iniziare il trattamento, la coltura di solito non viene eseguita in prima istanza.

Trattamento della tigna

La tigna ha diverse modalità di trattamento
Sono disponibili numerosi antimicotici efficaci (in creme o compresse) per i diversi tipi di tigna.

Secondo un articolo pubblicato su Medline Plus, il trattamento della tigna è solitamente limitato alle cure di base e all’applicazione di creme con agenti antimicotici. Queste ultime contengono solitamente ketoconazolo, miconazolo o terbinafina, che sono molto efficaci nell’eliminare i dermatofiti.

Potrebbe interessarvi anche: Candidosi

In caso di lesioni estese, il medico può prescrivere uno di questi farmaci per via orale, generalmente preservando il trattamento topico. Inoltre, mantenere la zona interessata asciutta e pulita è fondamentale per prevenire la crescita di funghi. Il trattamento può richiedere diverse settimane.

Prevenzione

Data la possibilità di trasmissione attraverso gli oggetti (detti fomiti), è importante tenere in considerazione le seguenti raccomandazioni:

  • Lavare vestiti, lenzuola o asciugamani per l’uso regolare con acqua calda.
  • Non indossare indumenti sporchi.
  • Evitare l’umidità nelle aree interessate.
  • Fare il bagno con acqua e sapone dopo aver praticato sport o aver sudato copiosamente.

Tigna. Che fare?

Le caratteristiche lesioni da tigna sono spesso fastidiose e antiestetiche. Per questo motivo, possono causare preoccupazione e disagio. Data la buona risposta al trattamento, si consiglia di recarsi quanto prima da un dermatologo per ricevere le relative indicazioni.

Potrebbe interessarti ...
Forfora: perché si forma e come prevenirla?
Muy SaludLeggi in Muy Salud
Forfora: perché si forma e come prevenirla?

La forfora è una condizione benigna del cuoio capelluto, ma i casi più severi meritano una visita specialistica. Cosa c'è da sapere?