Sovrappeso

Il sovrappeso è una condizione dannosa per la salute, sia per il corpo che per la mente. Non solo può far sentire una persona stanca e a disagio, portare più peso rappresenta un maggiore carico per il corpo, specialmente per le ossa e le articolazioni delle gambe.
Sovrappeso
María Vijande

Scritto e verificato da la farmacéutica María Vijande in 31 agosto, 2021.

Ultimo aggiornamento: 31 agosto, 2021

Il sovrappeso è l’aumento del peso corporeo al di sopra di un dato standard. È una condizione in cui il soggetto accumula grasso in modo anomalo o eccessivo e tale da essere dannoso per la salute.

Dal 1975, sovrappeso e obesità sono triplicati in tutto il mondo. Nel 2016, più di 1,9 miliardi di adulti di età pari o superiore a 18 anni erano in sovrappeso, di cui oltre 650 milioni obesi.

Per scoprire se una persona sia in sovrappeso o meno, viene calcolato l’IMC, la misurazione più utile per determinare sovrappeso e obesità nella popolazione adulta.

Che cos’è l’IMC?

È un metodo utilizzato per stimare la quantità di grasso corporeo. In definitiva, serve a determinare se il peso sia nella norma o, al contrario, si è in sovrappeso o malnutriti.

Per calcolarlo, vengono messi in correlazione l’altezza e il peso reale della persona. Questa formula matematica è stata ideata dallo statistico belga Adolphe Quetelet, motivo per cui è anche conosciuta come indice di Quetelet o Body Mass Index (BMI).

Attualmente, l’IMC viene utilizzato di meno perché non distingue tra grasso corporeo e massa muscolare, il che lo rende poco accurato. Ad esempio, se calcoliamo l’IMC di un atleta senza considerare altri parametri, questo risulterebbe probabilmente in sovrappeso, poiché la massa muscolare pesa più del grasso.

Sport

Come viene calcolato?

Per calcolare l’IMC si utilizza una formula che divide il peso, sempre espresso in chilogrammi, per l’altezza in metri al quadrato.

I nutrizionisti sottolineano che è importante che nei bambini e negli adolescenti non vengano applicati gli stessi valori degli adulti. Per fare ciò nei bambini, vengono utilizzati i percentili. Si tratta di una media che stabilisce il peso del bambino ed è relativa ai suoi coetanei di pari età e sesso, all’interno della stessa area.

Se è nella media, il peso è considerato adeguato; se è superiore, si trovano in un percentile alto, quindi soffrono di obesità e, se è inferiore, sono classificati come sottopeso.

Per la maggior parte degli adulti, un IMC ideale è compreso tra 18,5 e 24,9.

Cause del sovrappeso

Essere in sovrappeso o obesi è solitamente una condizione ereditaria. Alcune persone hanno la tendenza genetica ad aumentare di peso più facilmente di altre. Se i geni influenzano notevolmente il tipo e le dimensioni del corpo, anche l’ambiente svolge un ruolo importante nello sviluppo del sovrappeso.

Potreste essere interessati anche a: Le 3 differenze tra malattie genetiche ed ereditarie

Oggi si sta ingrassando a causa di scelte alimentari non salutari, come i fast food. Un’altra causa sono le abitudini familiari, come mangiare davanti alla televisione anziché intorno a un tavolo.

D’altra parte, anche snack e bevande ad alto contenuto calorico e a basso apporto di nutrienti, porzioni più grandi e stile di vita sedentario contribuiscono all’epidemia di obesità.

A volte ci si rivolge al cibo per ragioni emotive, ad esempio quando ci sentiamo ansiosi, tristi, stressati o addirittura annoiati. Quando ciò accade, tendiamo a mangiare più del necessario.

Problemi di salute legati al sovrappeso

Il sovrappeso è una condizione dannosa per la salute, sia per il corpo che per la mente. Non solo può far sentire una persona stanca e a disagio, portare più peso rappresenta un maggiore carico per il corpo, specialmente per le ossa e le articolazioni delle gambe.

I bambini e gli adolescenti in sovrappeso hanno maggiori probabilità di sviluppare il diabete e altri problemi di salute. Gli adulti in sovrappeso sono a maggior rischio di sviluppare una malattia cardiaca.

Alcuni disturbi associati a questa condizione includono:

  • Asma: I disturbi respiratori legati al peso possono rendere più difficile stare al passo con gli amici, fare sport o semplicemente camminare.
  • Apnea notturna: questo disturbo, che causa un’interruzione momentanea della respirazione durante il sonno, è un problema serio per molti bambini e adulti in sovrappeso. Le conseguenze sono stanchezza, difficoltà di concentrazione e dell’apprendimento.
  • Pressione alta: se si protrae nel tempo, può danneggiare il cuore e le arterie.

Altri problemi associati al sovrappeso

sovrappeso, disturbi dell'alimentazione

Oltre a quelle sopra menzionate, possono verificarsi anche alcune delle seguenti complicazioni:

  • Colesterolo alto, che aumenta il rischio di infarto o ictus.
  • Calcoli biliari: si tratta di una raccolta di bile che si indurisce nella cistifellea e forma calcoli biliari. Possono essere dolorosi e richiedere un intervento chirurgico.
  • Fegato grasso: se il grasso si accumula nel fegato, può causare infiammazione, cicatrici e danni permanenti al fegato.
  • Dolori muscolari e articolari.
  • Scivolamento dell’epifisi femorale capitale: è un’alterazione dolorosa dell’anca che richiede attenzione immediata e un intervento chirurgico per evitare ulteriori danni all’articolazione.
  • Diabete e resistenza all’insulina: l’insulina è l’ormone che abbassa il livello di glucosio nel sangue. Quando è presente troppo grasso corporeo, l’insulina è meno efficace nell’ottenere il glucosio, che è la principale fonte di energia del corpo, nelle cellule. Il corpo ha bisogno di più insulina per mantenere un normale livello di zucchero nel sangue. In alcuni adolescenti in sovrappeso, la resistenza all’insulina finisce per portare al diabete.
  • Depressione.

Come possiamo prevenire il sovrappeso?

Come possiamo vedere, sono molti i problemi portati dal sovrappeso, un problema sempre più diffuso nei paesi sviluppati.

Alcune raccomandazioni da seguire per prevenire questa condizione sono:

  • Limitare il consumo di cibi ricchi di zuccheri e grassi.
  • Mangiare frutta e verdura più volte al giorno.
  • Fare attività fisica regolare: si consiglia di iniziare camminando 30 minuti al giorno a passo svelto.
  • Evitare di fumare.

In alcuni casi è decisivo consultare il medico o il nutrizionista. Questo, soprattutto quando non è sufficiente un cambio di abitudini, ma sono necessarie terapie specifiche, come la somministrazione di farmaci che tendono a limitare l’assorbimento dei grassi e a diminuire l’appetito.

Potrebbe interessarti ...
Anoressia: caratteristiche, sintomi e trattamento
Muy SaludLeggi in Muy Salud
Anoressia: caratteristiche, sintomi e trattamento

L'anoressia è un grave disturbo psicologico caratterizzato da un'immagine di sé distorta e da un'intensa paura di ingrassare.