Menopausa e climaterio: cosa sono e quali sono le differenze?

Menopausa e climaterio sono due termini spesso usati come sinonimi. Sono la stessa cosa? Ve lo diciamo in questo articolo.
Menopausa e climaterio: cosa sono e quali sono le differenze?

Scritto da Maite Córdova Vena, 15 luglio, 2021

Ultimo aggiornamento: 15 luglio, 2021

Ancora oggi si tende a generalizzare e confondere le fasi che il corpo di una donna attraversa nel corso della vita. Menopausa e climaterio sono due termini spesso usati come sinonimi. Questo perché non teniamo conto che anche la fine della fase fertile di una donna è composta da momenti diversi.

In generale è difficile, sia per le donne che per il medico, distinguere i cambiamenti legati all’invecchiamento ovarico da quelli legati all’invecchiamento in generale.

Tuttavia, per distinguere più facilmente entrambi i termini, d’ora in poi, terremo conto di quanto affermato dagli autori di questo articolo pubblicato sul Journal of the UNAM Facoltà di Medicina.

Che cos’è il climaterio?

Menopausa e climaterio possono causare insonnia
Sia la menopausa che il climaterio possono causare sintomi fastidiosi e questo è uno dei motivi per cui i termini vengono spesso confusi.

Il termine climaterio si riferisce al momento di transizione tra la fase fertile e la fine di essa. Deriva dal greco climater, che significa “gradino”, e può iniziare addirittura 10 anni prima della menopausa vera e propria.

È caratterizzato da durata del ciclo variabile, che smette di essere regolare. A volte durerà più a lungo, altre meno, in alcuni mesi potrebbero non esserci le mestruazioni. Tuttavia, il comportamento del ciclo in questa fase,varia da donna a donna.

La sindrome climaterica è l’insieme di segni e sintomi che compaiono nella perimenopausa.

I più comuni sono vampate di calore, palpitazioni, aumento di peso, disturbi genito-urinari, mal di testa e stanchezza. Secondo uno studio pubblicato su Cuban Journal of Integral General Medicine, sono frequenti anche nervosismo, irritabilità e depressione.

Secondo i ricercatori che hanno condotto questo studio:

  • Le donne sintomatiche (che hanno lamentato qualche disagio) hanno riportato sintomi da 3 a 10 volte al giorno. In questo gruppo, nelle donne che hanno riferito di avvertire i sintomi più fastidiosi sono stati registrati almeno 4 – 10 episodi al giorno.
  • I sintomi sono stati classificati come molto fastidiosi quando la partecipante ha affermato di non essere in grado di svolgere le sue attività quotidiane. Quando, invece, i sintomi non hanno cambiato la routine della donna, sono stati classificati come leggermente fastidiosi.

Che cos’è la menopausa?

Quando le mestruazioni cessano e la capacità riproduttiva è giunta al termine (cioè dopo che sono trascorsi 12 mesi consecutivi di amenorrea ) si dice che la donna è entrata in menopausa.

Secondo gli autori del suddetto articolo, questo “si verifica a causa dell’atresia dei follicoli ovarici e della loro capacità di produrre estrogeni quando stimolati da ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti”.

La menopausa è la fine della fase fertile femminile. È un processo naturale e inevitabile. Anche se è vero che è stata spesso vista come una fase negativa, le donne possono comunque viverla in modo sano prendendosi cura di sé, seguendo le indicazioni del medico e sottoponendosi a controllo periodico.

Perché è importante mantenere un buon atteggiamento nei confronti della menopausa e del climaterio?

Menopausa e climaterio devono essere affrontati con positività
Accettare con serenità i normali cambiamenti, così come seguire le raccomandazioni mediche, sono modi per affrontare la situazione in un modo migliore.

Come accade in altre situazioni e fasi della vita, è fondamentale mantenere un buon atteggiamento nei confronti della menopausa, informandosi, abbattendo i pregiudizi e mantenendo abitudini di vita sane per il corpo e per la mente.

L’Australasian Menopause Society afferma quanto segue:

“Disturbi dell’umore, sintomi di ansia generale e depressione sono comuni durante la transizione alla menopausa e alcune donne hanno dimostrato di essere a maggior rischio di depressione e psicosi in questo momento. Questi sintomi possono essere più comuni in presenza di gravi problemi vasomotori, disturbi del sonno e dopo la menopausa chirurgica.”

In considerazione di ciò, non è raro osservare come le donne che oppongono maggiore resistenza o non accettano la menopausa, tendano a viverla in modo più sgradevole. Hanno anche maggiori probabilità di sperimentare i sintomi in un modo più intenso e spiacevole, sviluppando addirittura depressione.

In conclusione, sebbene menopausa e climaterio possano sembrare simili, in realtà si riferiscono a situazioni ben specifiche. Conoscerne meglio le caratteristiche, gli effetti e il modo migliore per affrontarle permette di mantenere una migliore qualità della vita.

Potrebbe interessarti ...
Che cos’è la menopausa indotta?
Muy SaludLeggi in Muy Salud
Che cos’è la menopausa indotta?

La menopausa indotta o chimica si verifica in modo artificiale e improvviso in giovane età. Ma cosa intendiamo con la parola "artificiale"?