Differenze tra afonia e disfonia

I disturbi della voce come l'afonia e la disfonia sono molto simili tra loro, quindi tendono a essere confusi molto spesso. Tuttavia, le persone devono imparare a differenziarle per agire nel miglior modo possibile nei loro confronti.
Differenze tra afonia e disfonia

Ultimo aggiornamento: 13 gennaio, 2023

La voce è il principale strumento di comunicazione dell’essere umano e fa parte dell’identità di ogni persona. Purtroppo può subire varie alterazioni, tra cui afonia e disfonia. In realtà, afonia e disfonia sono disturbi vocali che tendono a fondersi malgrado le loro differenze marcate.

In generale, le persone usano entrambi i termini in modo arbitrario per descrivere l’incapacità di emettere suoni o comunicare verbalmente. Tuttavia, questi sintomi hanno altre caratteristiche aggiuntive che consentono di differenziarli.

Afonia e disfonia sono condizioni correlate che sono diverse dal punto di vista medico in un’ampia varietà di modi. La corretta identificazione di entrambe le condizioni è essenziale quando si stabilisce un trattamento. In generale, la disfonia è nota come raucedine, mentre l’afonia descrive la perdita della voce.

Quali sono le differenze tra afonia e disfonia?

Le differenze tra afonia e disfonia sono impressionanti
Mentre la disfonia è un problema parziale nell’emettere il linguaggio verbale, l’afonia è correlata alla totale incapacità di parlare.

Il termine disfonia descrive un disturbo della fonazione qualitativo o quantitativo caratterizzato da difficoltà nel produrre suoni quando si parla. Allo stesso modo, questo sintomo rappresenta qualsiasi cambiamento o alterazione negli elementi della voce percepita dalla persona e dal suo ambiente. Possono verificarsi cambiamenti nell’altezza, nel timbro, nell’intensità e nella durata.

Gli studi suggeriscono che la disfonia è una perdita parziale della voce che si manifesta in una voce debole, rauca, roca o ansimante. Tuttavia, l’afonia è considerata la forma più grave e invalidante delle due condizioni. Descrive la totale incapacità di emettere parole o suoni, che può evolvere dalla disfonia o apparire improvvisamente.

Sintomi associati

Nella maggior parte dei casi, l’afonia e la disfonia sono disturbi benigni associati a un coordinamento inadeguato degli elementi che partecipano alla produzione della voce. Entrambe le entità sono accompagnate da manifestazioni caratteristiche che ne facilitano l’identificazione. Tra i sintomi associati alla disfonia ci sono i seguenti:

  • Tono di voce ruvido e basso.
  • Raucedine.
  • Sensazione di muco in gola.
  • Schiarirsi costantemente la gola quando si parla.
  • Sensazione di fiato corto
  • Tosse.
  • Difficoltà a deglutire
  • Fastidio alla gola.

D’altra parte, l’ afonia è solitamente correlata ai sintomi tipici di malattie delle prime vie respiratorie come la faringite. Alcune delle manifestazioni più comuni sono le seguenti:

  • Voce impercettibile.
  • Mal di gola da moderato a grave.
  • Sensazione di costrizione alla gola.
  • Incapacità di deglutire cibi duri.

In entrambi i casi, si raccomanda che la persona mantenga una dieta morbida o liquida per evitare un ulteriore coinvolgimento della laringe. Inoltre, bere acqua fredda e ambienti a bassa temperatura può peggiorare i sintomi.

Meccanismo di produzione

Le corde vocali sono pieghe muscolari situate nella parte superiore della trachea e circondate dalla mucosa laringea. La disfonia e l’afonia sono il risultato dell’alterazione della struttura o del funzionamento delle corde vocali, con alcune differenze nella gravità della presentazione.

La ricerca suggerisce che la disfonia può essere il risultato di alterazioni organiche, funzionali, psicogene o traumatiche temporanee o permanenti. La causa abituale è l’uso eccessivo della voce, con la conseguente irritazione, infiammazione e malfunzionamento dell’apparato vocale.

Tuttavia, l’ afonia è solitamente associata principalmente a gravi disturbi anatomici o neurologici che bloccano completamente il movimento delle corde vocali. In questo senso non verrà generato alcun suono in quanto non vi è un’adeguata risposta delle corde vocali alle variazioni muscolari e al flusso di aria espulsa.

Cause di afonia e disfonia

Le differenze tra afonia e disfonia sono diverse
Alcuni problemi infiammatori locali, tra le altre situazioni, potrebbero spiegare i sintomi della disfonia e dell’afonia.

La disfonia è un sintomo comune in un’ampia varietà di malattie. Asma, bronchite, noduli laringei e cancro della laringe sono alcune delle cause organiche più comuni di questa condizione. Allo stesso modo, può essere il risultato di una diminuzione o di un aumento del tono muscolare delle corde vocali a causa di un cattivo uso della voce.

Le alterazioni della qualità della voce sono anche associate a condizioni psicologiche come paura, angoscia e ansia. In questi casi, le persone hanno spesso un tono di voce tremolante e instabile. Inoltre, le cause traumatiche includono incidenti stradali, ferite penetranti, ustioni e intubazione orotracheale.

La raucedine è il grado massimo di raucedine, quindi può essere il risultato dell’evoluzione di una qualsiasi delle patologie precedentemente menzionate. Tuttavia, ci sono malattie che possono esordire con la totale perdita della voce. È il caso della laringite acuta grave e della paralisi del nervo laringeo ricorrente dovuta a un tumore oa un intervento chirurgico.

Due condizioni che non devono passare inosservate

I disturbi della voce sono spesso segnali di avvertimento che qualcosa non va nelle vie aeree superiori. In questo senso, riconoscere le differenze tra disfonia e afonia facilita le cure mediche precoci e migliora la prognosi dei pazienti. Prima della manifestazione di una di queste due entità, non esitate a consultare un medico il prima possibile.

Potrebbe interessarti ...
Come alleviare il prurito alla gola
Muy Salud
Leggi in Muy Salud
Come alleviare il prurito alla gola

Alleviare un prurito alla gola è possibile se considerate una serie di trucchi. Oggi vi mostriamo 7 cose che potete fare secondo gli esperti.



  • Gamarra Zavala A, Santillán Ayala Y, Llovet Miniet A. Factores de riesgo asociados a la disfonía en docentes de la Facultad de Ciencias de la Comunicación U.L.E.A.M. Multimed. 2019  Abr ;  23( 2 ): 255-265.
  • Elhendi H W, Caravaca G A, Santos P S. Medición de la discapacidad vocal en los pacientes con disfonías funcionales. Rev. Otorrinolaringol. Cir. Cabeza Cuello. 2012  Ago;  72( 2 ): 145-150.
  • Ng KO, Lee JF, Mui WC. Aphonia induced by conversion disorder during a Cesarean section. Acta Anaesthesiol Taiwan. 2012 Sep;50(3):138-41.
  • Moreno CA, Fonseca S. Aphonia after shoulder surgery: case report. Braz J Anesthesiol. 2016 May-Jun;66(3):321-3.
  • Stachler RJ, Francis DO, Schwartz SR, Damask CC, et al. Clinical Practice Guideline: Hoarseness (Dysphonia) (Update). Otolaryngol Head Neck Surg. 2018 Mar;158(1_suppl):S1-S42.
  • Van Houtte E, Van Lierde K, Claeys S. Pathophysiology and treatment of muscle tension dysphonia: a review of the current knowledge. J Voice. 2011 Mar;25(2):202-7.

Los contenidos de esta publicación se redactan solo con fines informativos. En ningún momento pueden servir para facilitar o sustituir diagnósticos, tratamientos o recomentaciones provenientes de un profesional. Consulta con tu especialista de confianza ante cualquier duda y busca su aprobación antes de iniciar o someterse a cualquier procedimiento.