Acne: tutto quello che c'è da sapere

Sebbene vi sia la tendenza ad associare la scarsa igiene all'acne, la verità è che di solito non è questa la causa. In realtà, si tratta di un problema di origine multifattoriale.
Acne: tutto quello che c'è da sapere

Ultimo aggiornamento: 16 dicembre, 2022

L’acne è uno dei problemi estetici più diffusi nella società, anche se è vero che non tutti gli danno la stessa importanza. Tuttavia, in misura maggiore o minore, costituisce motivo di preoccupazione e di frequente consultazione dermatologica.

Sebbene per molto tempo abbia prevalso la convinzione che l’acne fosse una condizione che colpiva solo durante l’adolescenza, oggi sappiamo che chiunque può sperimentarla ad un certo punto della propria vita. Allo stesso modo, sappiamo che sebbene gli ormoni sembrino esercitare una certa influenza sul loro aspetto, non sono l’unico fattore da tenere in considerazione.

Classificazione e sintomi dell’acne

acne
Lungi dall’immagine benigna e transitoria che molti hanno dell’acne, si tratta in realtà di una malattia che può evolvere in forme infiammatorie croniche con gravi conseguenze per la pelle.

A seconda di come colpisce la pelle, l’acne è classificata in due modi diversi. Questi sono i seguenti:

  • Non infiammatoria: si caratterizza per la presenza di comedoni (aperti -neri- o chiusi -bianchi-) sulla pelle.
  • Infiammatoria: è caratterizzata dal provocare papule, pustole; e nei casi più gravi: noduli e cisti.

Cause e fattori scatenanti

Né il cioccolato né i latticini né la cattiva pulizia sono gli unici “responsabili” di brufoli e comedoni. In realtà, l’acne è un problema multifattoriale. Ciò significa che il suo aspetto è influenzato da vari fattori, sia interni che esterni.

Come affermato nel manuale MSD e in altre fonti, l’acne è considerata causata principalmente dall’interazione di 4 fattori, come ad esempio:

  • Eccessiva produzione di sebo.
  • Otturazione dei follicoli con sebo e cheratinociti.
  • Colonizzazione dei follicoli da parte di Cutibacterium acnes (precedentemente noto come Propionibacterium acnes ).
  • Rilascio di più mediatori infiammatori.

Trigger comuni

Fluttuazioni ormonali, sudorazione, fumo, cattiva alimentazione e altri possono avere un ruolo nell’esacerbare le riacutizzazioni. Per questo motivo è comune che, in ambito colloquiale, tendano ad essere identificati come “causatori di acne” anche quando non lo sono esattamente. Piuttosto, sono trigger.

Un alto tasso di umidità, l’uso di alcuni farmaci (come antidepressivi, antiepilettici e steroidi), una cattiva alimentazione, l’uso di prodotti per l’igiene e la cosmesi non adeguati al tipo di pelle, esposizione prolungata al sole, stress Manipolazione emotiva e costante sono altri fattori scatenanti dell’acne più comuni.

Fattore dieta

Va notato che sebbene il consumo di salsicce, latticini, frutti di mare, cioccolato e fonti ricche di zuccheri e carboidrati sia stato indicato come fattori di grande influenza nella comparsa di focolai, questi non sono esclusivi.

La relazione tra dieta e acne continua ad essere studiata. Per questo motivo non esistono linee guida di alimentazione applicabili a tutti i casi, ma piuttosto raccomandazioni basate su ciò a cui ogni paziente fa riferimento in consultazione. Pertanto, se una persona osserva che i latticini esacerbano i loro sfoghi nel loro caso, possono provare a ridurli nella loro dieta per migliorare la salute della loro pelle.

  • Non è consigliabile eliminare drasticamente gli alimenti dalla dieta senza prima consultare uno specialista.
  • È importante tenere sempre presente che pur apportando alcune modifiche alla dieta è possibile migliorare la salute della pelle, questa misura – da sola – non è sufficiente per curare l’acne.

Trattamento

Il trattamento dell'HIV include l'uso di antiretrovirali
Sebbene non esista una cura definitiva per la malattia, oggi esistono molti farmaci in grado di alleviare i sintomi. Questi includono isotretinoina e alcuni antibiotici.

Oggi, nel trattamento dell’acne, ciò che si cerca è di ridurne l’estensione, controllare le eruzioni cutanee, migliorare la guarigione e la salute della pelle, ma anche alleviare l’impatto psicologico. Pertanto, non è più raro che il dermatologo lavori in collaborazione con gli psicologi.

Come indica il Dr. Rocío Gil Redondo, ci sono diverse opzioni terapeutiche per l’acne. In alcuni casi alcuni trattamenti topici possono essere utili, mentre in altri può essere necessario combinare più strategie.

Alcuni dei più utilizzati sono peeling chimici, dermoabrasione, laser, retinoidi topici (da solo o con un antibiotico topico, o perossido di benzoile) e la terapia BioPhotonic.

Un malinteso comune nel trattamento dell’acne è credere che la protezione solare quotidiana o l’uso di creme idratanti produca più olio e, quindi, eruzioni cutanee.

Tuttavia, di solito si consiglia il contrario, ovvero utilizzare la protezione solare ogni giorno e utilizzare una crema idratante. Il trucco è scegliere prodotti non comedogenici appositamente progettati per l’acne.

I cambiamenti nel trattamento devono essere coordinati in anticipo con il dermatologo per evitare di maltrattare la pelle e peggiorare le eruzioni cutanee.

Acne, un problema da non trascurare

Se ritenete di avere l’acne, è meglio consultare il dermatologo per un controllo. Successivamente, potrete ricevere il trattamento più appropriato ed evitare che il problema peggiori o lasci segni e cicatrici.

Anche se potreste essere tentati di “risolvere” l’acne da solo con rimedi casalinghi e detergenti, prodotti da banco e altre misure simili, tenete presente che questi non sono sempre efficaci. Non dimenticate che ogni pelle è diversa e che è necessario essere ben informati sulle sue particolari esigenze per offrirle le cure più adeguate.

Infine, ricordate che il trattamento non elimina l’acne durante la notte. Anche se potreste notare dei miglioramenti nel giro di pochi giorni, non dimenticate che è un processo in cui dovete mantenere la consistenza per ottenere un reale beneficio: una pelle più sana e più bella.

Potrebbe interessarti ...
Segni e sintomi dell’acne
Muy Salud
Leggi in Muy Salud
Segni e sintomi dell’acne

I segni e i sintomi dell'acne possono colpire il viso, il collo, la parte superiore del corpo, sotto forma di brufoli, punti neri o noduli.




Los contenidos de esta publicación se redactan solo con fines informativos. En ningún momento pueden servir para facilitar o sustituir diagnósticos, tratamientos o recomentaciones provenientes de un profesional. Consulta con tu especialista de confianza ante cualquier duda y busca su aprobación antes de iniciar o someterse a cualquier procedimiento.