Ritardo mentale: cause e sintomi

Il ritardo mentale presuppone una carenza a livello cognitivo, comportamentale e sensoriale, che riduce le capacità di adattamento sociale. Che cos'è il ritardo mentale e perché si verifica?
Ritardo mentale: cause e sintomi
Bernardo Peña

Scritto e verificato da el psicólogo Bernardo Peña in 04 settembre, 2021.

Ultimo aggiornamento: 04 settembre, 2021

Le definizioni di ritardo mentale generalmente seguono due criteri:

  • Psicometrico-statistico, basato sulla possibilità offerta dai test di intelligenza di valutare in modo affidabile e predittivo il funzionamento intellettivo.
  • Comportamento adattivo, basato sulla capacità di adattamento all’ambiente, che non deve necessariamente essere correlato con i punteggi dei test di intelligenza.

Che cos’è il ritardo mentale?

L’APA o American Psychiatric Association, nei DSM, definisce i sintomi essenziali di questo disturbo:

  • Capacità intellettiva generale ben al di sotto della media: QI uguale o inferiore a 70.
  • Deficit o deterioramento significativo della capacità di adattamento, a seconda dell’efficacia mostrata dalla persona in determinate aree del suo comportamento, come ad esempio:
    • Abilità sociali.
    • Comunicazione.
    • Capacità di risolvere problemi quotidiani.
    • Autonomia.
    • Responsabilità sociale in relazione all’età e al gruppo culturale.
  • Esordio prima dei 18 anni: quando un quadro clinico simile compare per la prima volta dopo i 18 anni, costituisce demenza o alterazione irreversibile delle funzioni intellettive acquisite in precedenza, non ritardo mentale.

I sintomi comportamentali più comuni includono:

  • Passività.
  • Dipendenza.
  • Bassa autostima, principalmente nei bambini con lieve ritardo.
  • Bassa tolleranza alla frustrazione.
  • Aggressività
  • Scarso controllo degli impulsi.
  • Comportamenti stereotipati, automutilanti e autostimolanti.

Il decorso del ritardo mentale avviene in funzione dei fattori biologici sottostanti che lo hanno causato e anche dei fattori ambientali. Questi ultimi si riferiscono a opportunità educative, stimolazione ambientale, pianificazione ed esecuzione del trattamento erogato, ecc.

In questo modo, con un’influenza ambientale ottimale, il funzionamento del soggetto può essere migliorato. Tuttavia, con un’influenza ambientale negativa, può deteriorarsi.

Sindrome di Down come causa del ritardo mentale.

Complicazioni del ritardo mentale

In termini di complicanze, i soggetti con ritardo mentale hanno maggiori probabilità di sviluppare disturbi pervasivi dello sviluppo (autismo), disturbo da deficit di attenzione e iperattività, stereotipie, reazioni di adattamento e, soprattutto, epilessia; la probabilità di insorgenza è maggiore con una maggiore gravità del ritardo mentale.

A seconda del livello di gravità, si distinguono quattro tipi di ritardo mentale:

  • Lieve o “educabile” (QI da 50-55 a 70), riunisce l’85% delle persone colpite. La maggior parte non ha un’eziologia somatica nota e viene considerata in relazione a fattori socio-familiari e culturali.
  • Moderato o “addestrabile” (QI da 35-40 a 50-55), costituisce il 10% delle persone colpite.
  • Grave o “imbecillità” (QI da 20-25 a 35-40).
  • Infine, profondo o “idiozia” (QI inferiore a 20-25).

Un QI compreso tra 71 e 84 è considerato capacità intellettuale al limite.

Cause di ritardo mentale

Il ritardo mentale è un fenomeno con eziologia multifattoriale, con diversi fattori organici e ambientali che possono essere la causa del disturbo; non bisogna dimenticare che spesso può essere la conseguenza degli effetti combinati di più fattori. I fattori eziologici (cause) più frequenti sono i seguenti:

Fattori genetici

I fattori genetici spiegano circa il 50% dei casi in cui è possibile isolare un’eziologia. Di seguito sono elencate le alterazioni più frequenti:

  • Aberrazioni cromosomiche. La più comune è la sindrome di Down, causata dalla presenza di un cromosoma 21 in più. Altre sono la sindrome di Klinefelter o la sindrome di Turner.
  • Anomalie genetiche specifiche. Le più comuni comportano una quantità insufficiente di un determinato enzima. Sono, quindi, disturbi del metabolismo, tra cui galattosemia, fenilchetonuria o sindromi associate a disturbi da accumulo di lipidi.

Potrebbe interessarvi anche: Che cos’è la sindrome dell’X fragile?

Cause culturali e familiari

Per classificare un ritardo come handicap familiare-culturale è necessario che:

  • Il ritardo sia moderato.
  • Non ci siano prove di patologia cerebrale.
  • Deve esserci evidenza di scarso funzionamento intellettuale in almeno uno dei genitori e uno o più fratelli, se esistono.

Esistono due spiegazioni per il ritardo culturale-familiare:

  • La prima è la genetica. L’intelligenza è distribuita nella popolazione generale secondo una curva normale. Se il padre di un bambino si trova all’estremità inferiore della curva, esiste una maggiore probabilità che l’intelligenza della sua prole sia al di sotto della norma. Se entrambi i genitori sono a questo estremo, questa probabilità aumenterà.
  • La seconda spiegazione è di tipo ambientale. I fratelli di una data famiglia possono incontrare avversità sociali e ambientali come povertà, malnutrizione, deprivazione ambientale, privazione verbale, scarse cure mediche, basse aspettative di successo, ecc.

La maggior parte delle persone con ritardo mentale moderato proviene da famiglie a reddito molto basso con svantaggi socio-ambientali ed educativi. Secondo questa spiegazione ci sarebbe un potenziale anatomico fisiologico adeguato e utilizzabile, ma non si è in grado di svilupparlo per ragioni socioculturali.

Attualmente, si pensa che il comportamento del bambino sia determinato da un’interazione di influenze ambientali e genetiche.

Fattori ambientali

Questi possono essere classificati in fattori che si verificano prima del parto (prenatali), durante il parto (perinatali) e quelli che si verificano dopo la nascita (postnatali):

feto in utero, placenta

Fattori prenatali

Le prime otto settimane di gestazione sono di vitale importanza. L’esposizione dell’embrione a determinati agenti in questo periodo critico può causare gravi malformazioni e ritardo mentale. Alcuni dei fattori prenatali più studiati sono:

  • Basso peso alla nascita: è stata chiaramente stabilita una relazione tra basso peso alla nascita (meno di 2,5 kg) e un aumento del rischio di compromissione delle funzioni mentali. Alcuni dei fattori che causano basso peso alla nascita sono:
    • Malnutrizione
    • Fumo.
    • Alcool.
    • Nascite multiple.
    • Età della madre: meno di 16 anni o più di 40.
    • Numero di parti precedenti della madre.
    • Sovrappeso della madre.
    • Stress materno
  • Diabete: sebbene i figli di madri diabetiche non soffrano di basso peso alla nascita, poiché sono chiaramente in sovrappeso, sono ad alto rischio di deficit neurologici e intellettivi, oltre ad altri problemi.
  • Infezioni: le infezioni materne che si verificano durante il periodo prenatale possono agire come causa di ritardo mentale, in quanto possono influenzare lo sviluppo del SNC. Per esempio:
    • Rosolia.
    • Sifilide.
    • Citomegalovirus.
    • Toxoplasmosi
    • Tossiemia.
  • Sensibilizzazione Rh dalla seconda gravidanza.

Fattori perinatali

  • Anossia o ipossia: stato in cui una quantità insufficiente di ossigeno raggiunge i tessuti, che può colpire il SNC.
  • Trauma meccanico: se il bambino assume una posizione anormale, gli strumenti o le tecniche utilizzate per il parto possono causare traumi fisici che possono portare a danni cerebrali. Per evitare queste complicazioni, sono in aumento i tagli cesarei.
  • Prematurità: i nati con meno di 37 settimane o 2,5 kg di peso sono considerati ad alto rischio perché hanno tassi di mortalità più elevati e sono più suscettibili alle lesioni del SNC.
  • Infezione: per esempio, herpes, che si trasmette per via vaginale durante il parto, meningite batterica, ecc.

Fattori postnatali

I più importanti sono:

  • Malnutrizione.
  • Infezioni, come meningite, rosolia, encefalite, ecc.
  • Veleni – L’avvelenamento da piombo e mercurio sono due delle cause più comuni di lesioni cerebrali
  • Lesioni: le due cause più comuni sono gli abusi e gli incidenti stradali.

Infine, si possono citare alcuni fattori ambientali di natura più psicologico-educativa, come la mancanza di mezzi e materiali in casa per favorire l’apprendimento. Basse aspettative di successo, mancanza di stimolazione del bambino durante il suo sviluppo, ecc.

Conclusioni sul ritardo mentale

Il ritardo mentale implica un deficit cognitivo e sensoriale che comporta una difficoltà di adattamento sociale. Le sue cause sono molteplici e via via le ricerche aggiungono dati interessanti.

Infine, va notato che il ritardo mentale dovrebbe essere trattato il prima possibile poiché le terapie psicoeducative possono aiutare a stimolare questi bambini.

Potrebbe interessarti ...
Demenze: tipi, caratteristiche e sintomi
Muy SaludLeggi in Muy Salud
Demenze: tipi, caratteristiche e sintomi

Le demenze sono danni cerebrali acquisiti, di decorso progressivo e irreversibile, che colpiscono principalmente la popolazione anziana.



  • Artigas-Pallarés, J. (2003). Perfiles cognitivos de la inteligencia límite. Fronteras del retraso mental. Rev Neurol36(1), 161-167.
  • Basile, H. (2008). Retraso mental y genética Síndrome de Down. Revista argentina de clínica neuropsiquiátrica15(1), 9-23.
  • Horjales, I., & Lorente, A. P. (1993). Impacto y consecuencias psicopatológicas del retraso mental en la familia. Revista complutense de educación4(2), 67-96.