I sintomi della celiachia

La diarrea è un sintomo comune della celiachia, ma i segni non si manifestano solo a livello dell'apparto digerente. Anemia, infertilità, perdita dello smalto nei denti sono altri sintomi, sebbene più rari.
I sintomi della celiachia

Scritto da Josberth Johan Benitez Colmenares, 15 luglio, 2021

Ultimo aggiornamento: 15 luglio, 2021

Secondo la Celiac Disease Foundation, i sintomi della celiachia finora identificati sono più di 200. Si possono concentrare nell’apparato digerente o comparire anche in altre zone del corpo. Spesso, inoltre, la celiachia è asintomatica e il suo sviluppo è diverso nei bambini e negli adulti.

Conoscere i segni della celiachia è importante ai fini di una diagnosi precoce. Poiché non è raro confonderla con altre malattie gastrointestinali, oggi parliamo dei campanelli d’allarme che caratterizzano questa malattia autoimmune.

Sintomi comuni della celiachia

Non è facile parlare dei sintomi più comuni della celiachia, poiché la malattia si manifesta in modo diverso in ogni persona. Anche la loro intensità, frequenza e sviluppo in base all’età differiscono da paziente a paziente.

Gli studi suggeriscono che i sintomi associati a questo disturbo possono essere scambiati per sindrome dell’intestino irritabile, stitichezza o dispepsia. Per questo motivo solo i test diagnostici possono confermare la presenza della celiachia. Le seguenti manifestazioni sono state identificate, tuttavia, come le più comuni:

Diarrea

I sintomi della celiachia includono la diarrea
La diarrea è uno dei sintomi più fastidiosi della celiachia.

La diarrea è un sintomo frequente della celiachia: si stima che si manifesti nel 56% dei casi. Può essere lieve o cronica, spesso maleodorante, voluminosa e particolarmente liquida. La diarrea è una conseguenza diretta del processo di malassorbimento nell’intestino.

Stanchezza

Gli studi suggeriscono che la stanchezza è il sintomo principale della malattia al di fuori dell’intestino. L’affaticamento medio o grave è una conseguenza dello scarso assorbimento del cibo e può persino portare alla sindrome da stanchezza cronica. Può manifestarsi indipendentemente dall’età, dalle condizioni fisiche o da uno stile di vita sano.

Rumori intestinali

Il “brontolio” intestinale è in genere accompagnato da spasmi e gonfiore. Il sintomo può essere lieve o cronico e manifestarsi in modo irregolare dopo ogni pasto.

Perdita di peso

Sebbene possiamo, ovviamente, trovare eccezioni, molti pazienti con diagnosi di celiachia sono magri. Ciò potrebbe essere spiegato da difetti nel processo di assorbimento dei nutrienti essenziali, e anche dalla scelta personale di evitare cibi che sono associati allo sviluppo dei sintomi (come suggerito da alcune ricerche).

Sebbene sia raro, alcuni pazienti possono sviluppare la cosiddetta crisi celiaca. Sono stati documentati eventi di questo tipo con perdita di peso fino a 18 chilogrammi. Pertanto, il dimagrimento può accompagnare gli altri sintomi e peggiorare la qualità della vita dei celiaci.

Dolore addominale

Poiché l’intestino tenue si infiamma dopo aver mangiato cibi contenenti glutine, i pazienti avvertono forti dolori nella zona addominale. Si concentra soprattutto nella parte centrale inferiore, sebbene possa essere avvertito anche sul lato o al centro, a seconda del livello di infiammazione.

Questi sono i cinque sintomi più comuni della celiachia. L’elenco può essere completato da episodi di stitichezza, vomito e nausea. I sintomi possono manifestarsi nei bambini, negli adolescenti e negli adulti. Tuttavia, è importante notare che le complicanze digestive sono meno intense in quest’ultima fascia d’età. Alcuni sintomi tipici in età adulta sono:

  • Sensazione di bruciore di stomaco.
  • Reflusso.
  • Dolore osseo.
  • Ansia.
  • Ulcere in bocca.
  • Insonnia.
  • Confusione.
  • Emicrania.

L’elenco è quasi infinito, poiché ogni paziente sviluppa manifestazioni diverse. Nei bambini, può causare bassa statura, pubertà ritardata, disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e irritabilità. Poiché possono essere confusi con altre complicazioni tipiche dell’infanzia, per la loro conferma è necessaria una valutazione diagnostica da parte di un pediatra.

Sintomi rari della celiachia

La celiachia è una condizione imprevedibile. Abbiamo visto che i suoi sintomi non sono sempre concentrati nell’apparato digerente. Altre manifestazioni, pur essendo rare rispetto alle altre, sono state documentate da migliaia di persone. Elenchiamo i sintomi indicati dalla Canadian Celiac Association :

Anemia

I sintomi della celiachia includono l'anemia
L’anemia è caratterizzata da una diminuzione della concentrazione di emoglobina nel sangue, e si manifesta con pallore e stanchezza.

L’anemia è caratterizzata da una diminuzione dell’emoglobina nel corpo. Di solito è accompagnata da carenza di ferro, vitamina B12 e vitamine del folato. La forma di anemia che si sviluppa nei pazienti celiaci, in particolare, è di tipo sideropenico. Si stima che il 33% dei pazienti sviluppi anemia ad un certo punto durante la malattia.

Ciò è dovuto al modo in cui viene assorbito il ferro. Il processo avviene nel duodeno (la prima porzione dell’intestino), la parte più colpita dall’ingestione di glutine.

Disturbi epatici

Soffrire di una malattia autoimmune aumenta le possibilità di svilupparne altre. Sebbene, in questo caso, la prevalenza non sia così elevata come nell’anemia, è stato dimostrato un maggior rischio di sviluppare epatite autoimmune.

Possono anche manifestarsi altri disturbi del fegato come la cirrosi biliare primitiva e la colangite sclerosante primitiva. Ciò vale anche al contrario: i pazienti con diagnosi di queste condizioni epatiche hanno maggiori probabilità di sviluppare la celiachia.

Problemi dentali

Tra i sintomi della celiachia abbiamo già citato le afte. Un altro problema relativo alla salute orale è l’usura dello smalto dei denti, che può colpire sia bambini che adulti. Possono verificarsi scanalature, vaiolature o persino la perdita completa dello smalto. Molti pazienti manifestano questo segno solo nel corso della malattia.

Disordini neurologici

In questo gruppo di condizioni, spicca la neuropatia periferica, un’infiammazione dei nervi che causa sintomi come formicolio alle estremità o intorpidimento.

La sua relazione è stata ampiamente documentata, al punto da essere considerato il principale disturbo neurologico associato ai celiaci. Sebbene sia suggerito un aumento del rischio di epilessia e convulsioni, servono ancora ulteriori ricerche.

Infertilità

È stato dimostrato che la celiachia non diagnosticata aumenta il rischio di infertilità. La ragione di ciò non è ancora chiara, sebbene se si sospetti che possa essere dovuta a bassi livelli di assorbimento di zinco, selenio e acido folico. Una dieta priva di glutine può aiutare a invertire questi rischi.

Dermatite erpetiforme

Conosciuta anche come malattia di Dhuring, è una condizione cronica caratterizzata da intense eruzioni cutanee accompagnate da bruciore e infiammazione. La ricerca suggerisce che altre condizioni della pelle come la psoriasi, l’alopecia areata e la stomatite aftosa possono verificarsi insieme alla malattia celiaca.

Quando occorre andare dal medico?

Le complicazioni associate alla malattia, così come lo sviluppo di sintomi rari, peggiorano se non si smette di consumare glutine. I sintomi descritti non sono esclusivi di questa condizione, quindi se si presentano in modo regolare, è certamente il caso di farsi visitare da uno specialista per ricevere una diagnosi esatta.

Molti pazienti si autodiagnosticano senza conoscere la causa dei sintomi. Questo è da evitare, poiché il motivo sottostante potrebbe richiedere un tipo di terapia completamente diverso. Occorre ricordare, infine, che le possibilità di soffrire di celiachia sono maggiori se questa è già presente nello stretto gruppo familiare.

Potrebbe interessarti ...
La celiachia nelle donne
Muy Salud
Leggi in Muy Salud
La celiachia nelle donne

Secondo la ricerca, la celiachia nelle donne è più comune. È vero? Quali sono le caratteristiche in questo caso e le maggiori complicazioni?



  • Bodé S, Gudmand-Høyer E. Symptoms and haematologic features in consecutive adult coeliac patients. Scand J Gastroenterol. 1996 Jan;31(1):54-60.
  • Bul V, Sleesman B, Boulay B. Celiac Disease Presenting as Profound Diarrhea and Weight Loss – A Celiac Crisis. Am J Case Rep. 2016 Aug 5;17:559-61.
  • Caio G, Volta U, Sapone A, Leffler DA, De Giorgio R, Catassi C, Fasano A. Celiac disease: a comprehensive current review. BMC Med. 2019 Jul 23;17(1):142.
  • Chin RL, Latov N. Peripheral Neuropathy and Celiac Disease. Curr Treat Options Neurol. 2005 Jan;7(1):43-48.
  • Jelsness-Jørgensen LP, Bernklev T, Lundin KEA. Fatigue as an Extra-Intestinal Manifestation of Celiac Disease: A Systematic Review. Nutrients. 2018 Nov 3;10(11):1652.
  • Lasa, J. S., Zubiaurre, I., & Soifer, L. O. Risk of infertility in patients with celiac disease: a meta-analysis of observational studies. Arquivos de gastroenterología. 2014; 51(2): 144-150.
  • Presutti RJ, Cangemi JR, Cassidy HD, Hill DA. Celiac disease. Am Fam Physician. 2007 Dec 15;76(12):1795-
  • van Gerven, N. M., Bakker, S. F., de Boer, Y. S., Witte, B. I., Bontkes, H., van Nieuwkerk, C. M., … & Dutch AIH working group. Seroprevalence of celiac disease in patients with autoimmune hepatitis. European journal of gastroenterology & hepatology. 2014; 26(10): 1104-1107.
  • Zone JJ. Skin manifestations of celiac disease. Gastroenterology. 2005 Apr;128(4 Suppl 1):S87-91.