Alimenti afrodisiaci: esistono davvero?

Esiste la possibilità di inserire nella dieta una serie di alimenti con l'obiettivo di migliorare la qualità del rapporto sessuale. Ti mostreremo quelli più efficaci.
Alimenti afrodisiaci: esistono davvero?
Saúl Sánchez

Scritto e verificato da el nutricionista Saúl Sánchez.

Ultimo aggiornamento: 13 gennaio, 2023

Gli alimenti afrodisiaci sono quelli che hanno la capacità di aumentare il desiderio sessuale o migliorare le relazioni intime. Possono essere inclusi nella dieta per questo scopo, sebbene siano anche positivi per la salute generale. Solitamente forniscono una grande quantità di sostanze fitochimiche ad azione antiossidante, che neutralizzano la produzione di radicali liberi.

Tuttavia, affinché questi alimenti afrodisiaci siano di beneficio, è importante che vengano inseriti nel contesto di una dieta varia ed equilibrata. Solo in questo modo è possibile garantire un apporto ottimale di nutrienti, che eviterà inefficienze che influiscono negativamente sulla fisiologia umana.

Quali sono gli alimenti afrodisiaci?

Gli alimenti afrodisiaci esistono, non sono un mito. Naturalmente, molti di quelli tradizionalmente considerati tali non hanno dimostrato di esercitare un effetto significativo sulla libido o sulla capacità sessuale. Per questo motivo, vi mostreremo quali potete introdurre nella linea guida dietetica per ottenere relazioni più ricche e soddisfacenti.

Fragole

Le fragole sono state usate come afrodisiache per centinaia di anni. Normalmente si abbinano alla panna prima di una serata appassionata, anche se i modi di consumarli sono molto vari. Hanno una serie di composti fitochimici che aiutano a ridurre i livelli di stress. In questo modo si creerà un terreno fertile ottimale per prestazioni sessuali adeguate.

Asparagi

Gli asparagi sono considerati un alimento molto nutriente con un alto contenuto di antiossidanti. Hanno molti micronutrienti essenziali, che li rendono ideali per prevenire le carenze. Sono anche in grado di stimolare il rilascio di istamina. Questa sostanza rende più facile per uomini e donne raggiungere l’orgasmo.

Avocado tra gli afrodisiaci

I cibi afrodisiaci includono l'avocado
Oltre a contenere diversi micronutrienti essenziali, l’avocado è molto versatile dal punto di vista culinario.

L’avocado è una fonte di acidi grassi della serie omega 3. Questi composti aiutano a modulare i livelli di infiammazione e prevenire lo sviluppo di patologie complesse. Come se non bastasse, è stato dimostrato che un deficit di questi nutrienti potrebbe influenzare la funzione sessuale, quindi è fondamentale consumarli in quantità adeguate.

Sarà decisivo non solo aumentare l’apporto di omega 3, ma anche mantenere un adeguato rapporto omega 3 – omega 6, il più vicino possibile a 1:1. Ciò genererà una situazione di omeostasi nell’ambiente interno molto positiva per la salute e per lo sviluppo della fisiologia umana.

Tartufo

I tartufi potrebbero funzionare come alimenti afrodisiaci per la presenza al loro interno di una serie di composti volatili. Lo dimostra un’indagine pubblicata sulla rivista Mycobiology. L’odore che emanano sarebbe attraente, il che migliorerebbe l’atteggiamento sessuale e le prestazioni successive.

Va però precisato che il tartufo ha un prezzo elevato, essendo un alimento afrodisiaco non adatto a tutte le tasche. Si possono trovare anche in creme o salse, il che ne riduce il costo, ma anche gli effetti positivi che derivano dal loro consumo.

Cioccolato

Il cioccolato è uno degli alimenti afrodisiaci più conosciuti. Ha al suo interno una sostanza, la feniletilamina, che viene sintetizzata all’interno del corpo umano durante i processi di innamoramento. Genera un aumento di energia e attenzione, oltre a migliorare l’umore. Sarà comunque sempre consigliabile optare per una varietà di cioccolato ad alto contenuto di cacao.

Questo ingrediente di origine vegetale concentra una grande quantità di flavonoidi. Tra le altre cose, questi composti sono in grado di influenzare positivamente i livelli di pressione sanguigna, secondo uno studio pubblicato su The Cochrane Database of Systematic Reviews .

Anguria tra gli afrodisiaci

L’anguria è un frutto che si distingue per il suo sapore dolce e il suo contenuto di acqua. Non solo migliora lo stato di idratazione, ma può anche predisporre all’attività sessuale. Questo perché il suo consumo stimola la sintesi dell’ossido nitrico, un potente vasodilatatore che migliora la circolazione sanguigna. Non va dimenticato che questo effetto può determinare la capacità di erezione negli uomini.

Zenzero

Lo zenzero è una delle spezie culinarie con i maggiori benefici per la salute, insieme alla curcuma. Fornisce un’elevata quantità di fitonutrienti, composti che tendono ad agire come antiossidanti e neutralizzano la produzione di radicali liberi. Questo effetto è considerato decisivo per evitare lo sviluppo di patologie complesse.

Inoltre, lo zenzero può stimolare la perdita di peso grazie al suo effetto termogenico. Lo conferma uno studio pubblicato su Critical Reviews in Food Science and Nutrition . Provoca un’attivazione del metabolismo e un leggero aumento della temperatura corporea, che influisce positivamente sull’appetito sessuale e migliora il successivo piacere.

Miele

Per finire di parlare di cibi afrodisiaci, dovremo fare un riferimento particolare al miele. Anche se ci riferiamo al miele grezzo, poiché è quello con la più alta qualità. È importante che contenga pappa reale e propoli, due sostanze dall’attività tonificante ed energizzante.

Per molti anni è stato affermato che mangiare miele crudo potrebbe aumentare la produzione di testosterone negli uomini. Non ci sono davvero prove scientifiche che possano confermare la teoria. Tuttavia, va notato che questo alimento è una fonte di boro, elemento essenziale per la sintesi degli estrogeni, l’ormone che modula il desiderio sessuale femminile.

Come includere gli alimenti afrodisiaci nella dieta?

I cibi afrodisiaci migliorano le prestazioni del rapporto sessuale
Finché il consumo di cibi afrodisiaci è costante, si otterranno buoni risultati nell’appetito sessuale.

Includere saggiamente gli alimenti afrodisiaci nella dieta sarà decisivo quando si tratterà di trarne il massimo beneficio. La maggior parte di quelli discussi sono prodotti ad alta densità nutrizionale, quindi possono comparire nelle linee guida su base giornaliera. Ad esempio, lo zenzero può essere utilizzato come condimento in modo sistematico nella preparazione di molti piatti.

È ideale anche consumarli un po’ prima dell’atto sessuale. Le fragole con la panna potrebbero essere un’ottima opzione. Non dovresti preoccuparti delle calorie in eccesso in questo caso, poiché ingerite in modo tempestivo non creeranno alcun problema. Inoltre, una buona parte di essi può essere bruciata in seguito.

Un’altra opzione è preparare una crema vegetale che combini molti degli edibili discussi. Offrire cioccolato per dessert, ovviamente. In questo modo verranno combinate una serie di sostanze fitochimiche che genereranno un effetto molto positivo sulla funzionalità dell’organismo, favorendo la pratica sessuale e la predisposizione del corpo all’attività fisica.

Quello che dovrebbe essere evitato è il consumo di alcol, spesso legato a pratiche sessuali. Questa sostanza è tossica indipendentemente dalla dose consumata. Inoltre, potrebbe finire per generare problemi di fertilità a medio termine, come commenta un’indagine pubblicata sulla rivista Reproductive Biology and Endocrinology.

È vero che l’alcol può aumentare la predisposizione al sesso nelle donne, per il suo effetto estrogenico, ma genererà anche problemi di impotenza negli uomini. A medio termine è dannoso per entrambi i sessi. Per questo motivo la sua assunzione dovrebbe essere ridotta il più possibile, considerando che si tratta di una sostanza pericolosa per la salute. Lo stesso accade con altre droghe d’abuso.

Altre abitudini che favoriscono l’attività sessuale

È chiaro che i cibi afrodisiaci esistono e che sono positivi per la pratica del sesso. Ora, non solo includerà questi edibili nella dieta e ne garantirà la qualità. Sarà necessario implementare altre abitudini di vita sane per garantire che il corpo funzioni correttamente e riesca a funzionare in modo ottimale quando è richiesta l’intensità.

Tra le usanze da promuovere c’è la pratica regolare dell’attività fisica, privilegiando il lavoro di forza. Non va dimenticato che l’atto sessuale è pur sempre un esercizio, quindi se lo stato di forma non è buono, l’esperienza non sarà pienamente soddisfacente. In questo senso, si raccomanda di mantenere un buono stato di composizione corporea.

D’altra parte, il lavoro di forza stimola la sintesi del testosterone negli uomini, che ha diversi vantaggi. Questo ormone è fondamentale per la salute, soprattutto a medio termine, ma è determinante anche sulla modulazione dell’appetito sessuale. Infatti, se si mantengono livelli troppo bassi, si potrebbe generare una situazione di impotenza.

Come regola generale, si raccomanda di esercitare regolarmente durante tutte le fasi della vita, sia negli uomini che nelle donne. Sebbene il lavoro aerobico sia molto positivo, l’allenamento della forza dovrebbe essere sempre prioritario, poiché genera grandi benefici a livello fisiologico.

D’altra parte, deve essere assicurato un corretto riposo notturno. Durante il sonno, vengono sintetizzati molti ormoni importanti per garantire l’equilibrio nell’ambiente interno. Se non circolano in quantità sufficienti, la libido potrebbe essere influenzata, così come altri parametri biochimici che influenzano la funzione sessuale. Tra questi, si potrebbe evidenziare la pressione sanguigna, menzionata in precedenza.

Includete gli alimenti afrodisiaci nella vostra dieta

Sono diversi gli alimenti afrodisiaci che possono essere inseriti nella dieta con l’obiettivo di migliorare la funzione sessuale. Inoltre, concentrano nutrienti essenziali che aiuteranno a mantenere una buona salute nel tempo, quindi in generale abbiamo parlato di edibili molto benefici.

Sarà necessario abbinare il suo consumo ad altre sane abitudini di vita, come la pratica di un’attività fisica su base regolare e un buon riposo. Sarà inoltre fondamentale esporsi frequentemente alla luce del sole. Grazie alle radiazioni viene stimolata la sintesi della vitamina D all’interno dell’organismo, nutriente in grado di modulare i livelli di infiammazione e la produzione ormonale.

Potrebbe interessarti ...
3 benefici del cioccolato secondo la scienza
Muy Salud
Leggi in Muy Salud
3 benefici del cioccolato secondo la scienza

È uno degli alimenti più amati in tutto il mondo. Quali sono i benefici del cioccolato e come sceglierne uno ottimale?



  • Silva, T., Jesus, M., Cagigal, C., & Silva, C. (2019). Food with Influence in the Sexual and Reproductive Health. Current pharmaceutical biotechnology20(2), 114–122. https://doi.org/10.2174/1389201019666180925140400
  • Allen, K., & Bennett, J. W. (2021). Tour of Truffles: Aromas, Aphrodisiacs, Adaptogens, and More. Mycobiology49(3), 201–212. https://doi.org/10.1080/12298093.2021.1936766
  • Ried, K., Fakler, P., & Stocks, N. P. (2017). Effect of cocoa on blood pressure. The Cochrane database of systematic reviews4(4), CD008893. https://doi.org/10.1002/14651858.CD008893.pub3
  • Bonilla Ocampo, D. A., Paipilla, A. F., Marín, E., Vargas-Molina, S., Petro, J. L., & Pérez-Idárraga, A. (2018). Dietary Nitrate from Beetroot Juice for Hypertension: A Systematic Review. Biomolecules8(4), 134. https://doi.org/10.3390/biom8040134
  • Maharlouei, N., Tabrizi, R., Lankarani, K. B., Rezaianzadeh, A., Akbari, M., Kolahdooz, F., Rahimi, M., Keneshlou, F., & Asemi, Z. (2019). The effects of ginger intake on weight loss and metabolic profiles among overweight and obese subjects: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. Critical reviews in food science and nutrition59(11), 1753–1766. https://doi.org/10.1080/10408398.2018.1427044
  • Sansone, A., Di Dato, C., de Angelis, C., Menafra, D., Pozza, C., Pivonello, R., Isidori, A., & Gianfrilli, D. (2018). Smoke, alcohol and drug addiction and male fertility. Reproductive biology and endocrinology : RB&E16(1), 3. https://doi.org/10.1186/s12958-018-0320-7

Los contenidos de esta publicación se redactan solo con fines informativos. En ningún momento pueden servir para facilitar o sustituir diagnósticos, tratamientos o recomentaciones provenientes de un profesional. Consulta con tu especialista de confianza ante cualquier duda y busca su aprobación antes de iniciar o someterse a cualquier procedimiento.