Psicologia della salute: definizione e caratteristiche

13 Marzo, 2021
This article has been written and endorsed by el psicólogo Bernardo Peña
La psicologia della salute e la psicologia positiva studiano la salute secondo una prospettiva biopsicosociale; analizzano i fattori di rischio e protettivi e promuovono lo sviluppo e la qualità della vita.

La psicologia della salute è, secondo Oblitas (2006), “la disciplina che applica i principi, le tecniche e le conoscenze della psicologia alla valutazione, diagnosi, prevenzione, spiegazione, trattamento e / o modifica di disturbi fisici e / o mentali o altri comportamenti rilevanti per i processi di salute e malattia nei diversi contesti”. Tra i principali contributi della psicologia della salute troviamo:

  • Promozione della salute.
  • Prevenzione delle malattie incoraggiando l’abbandono delle cattive abitudini.
  • Trattamento di malattie croniche (diabete, HIV, intestino irritabile, cancro, ecc.).
  • Aderenza al trattamento.
  • Valutazione e migliorie del sistema sanitario.

Psicologia della salute: una prospettiva biopsicosociale

Display con valori: etica, comportamento morale, socialità

Molte malattie sono multicausali. Sono cioè la conseguenza dell’azione congiunta di fattori biologici, psicologici e socioculturali. Alla luce di ciò, la psicologia della salute pone particolare enfasi su ciascuno di essi.

Il modello medico tradizionale ha relegato ai margini o, nella migliore delle ipotesi, ha lasciato in secondo piano le cause psicosociali della malattia. Oggi, tuttavia, disponiamo di sufficienti prove scientifiche per poter affermare che la condotta e lo stile di vita di un individuo sono determinanti nell’insorgenza delle patologie. Uno studio condotto da Oblitas (2007) negli USA ha evidenziato una stretta relazione tra la salute e le seguenti abitudini:

  • Dormire 8 ore a notte.
  • Fare colazione tutti i giorni.
  • Consumare 3 pasti al giorno.
  • Mantenere il peso forma.
  • Fare sport.
  • Fare un consumo moderato di alcol.
  • Non fumare.

Psicologia della salute e psicologia positiva

La psicologia positiva studia le basi del benessere psicologico e della felicità, nonché i punti di forza dell’uomo. Si tratta dunque di un nuovo approccio alla psicologia che sin da subito si è concentrato sui quadri patologici di personalità ed emozioni.

Psicologia della salute e psicologia positiva convergono in un punto. Studiano ovvero i fattori che proteggono dalle malattie fisiche e mentali; si concentrano in particolare sugli aspetti positivi che aumentano la qualità della vita.

La psicologia positiva si concentra sugli aspetti che aumentano la qualità della vita

Seligman (2003) indica una serie di comportamenti positivi che aiutano a raggiungere la felicità. La felicità non è uno stato che ha origine dal nulla. La si ottiene migliorando il benessere dell’individuo, dell’ambiente in cui si muove e della comunità di appartenenza.

Punti di forza cognitivi: uso e acquisizione della conoscenza

  • Curiosità e interesse per il mondo. Scoprire qualcosa di nuovo ogni giorno.
  • Amore per la conoscenza e l’apprendimento.
  • Giudizio, pensiero critico e mente aperta.
  • Spirito, originalità e intelligenza pratica.
  • Consigliare e aiutare gli altri.

Punti di forza emotivi che ci aiutano a raggiungere gli obiettivi

  • Coraggio: non lasciarsi intimidire dalle difficoltà o dai cambiamenti.
  • Perseveranza: portare a termine i progetti avviati.
  • Integrità, onestà e autenticità.
  • Vitalità e passione.

Punti di forza interpersonali

  • Capacità di amare ed essere amati.
  • Simpatia, gentilezza e generosità.
  • Intelligenza emotiva, personale e sociale.

Punti di forza sociali

  • Lavorare bene all’interno del gruppo, essere fedele al gruppo e sentirsi a proprio agio.
  • Senso di giustizia, equità.
  • Assumere posizioni di leadership sociale.

Punti di forza che proteggono dagli eccessi

  • Capacità di perdonare.
  • Modestia e umiltà.
  • Prudenza, discrezione e cautela.
  • Autocontrollo e autoregolamentazione.

Punti di forza che danno significato alla vita

  • Apprezzamento della bellezza e dell’eccellenza, capacità di meravigliarsi.
  • Gratitudine.
  • Speranza, ottimismo e proiezione verso il futuro.
  • Senso dell’umorismo.
  • Spiritualità, fede e senso religioso.

Psicologia della salute e comportamenti sani

vita sana, sport, bottiglia d'acqua

Tra i principali oggetti di studio della psicologia della salute troviamo quello che è noto come stile di vita sano. Ci riferiamo a tutte le azioni compiute dalla persona che aumentano le probabilità di godere di benessere fisico e mentale, oltre ad aumentarne la longevità. A tale scopo, Health Psychology propone le seguenti abitudini.

Fare sport

È noto che l’esercizio fisico previene la comparsa di alcune malattie fisiche e offre una migliore qualità della vita. Le persone che fanno sport corrono un rischio minore di sviluppare malattie cardiovascolari. Oltre a ciò, aiuta a mantenere il peso forma e regola il metabolismo.

D’altra parte, l’esercizio fisico offre innumerevoli benefici psicologici. Mitiga, ad esempio, gli effetti di stress, ansia e depressione sulla salute. Infine, ci fa apprezzare di più il nostro aspetto fisico favorendo così le relazioni sociali.

Dieta sana

Una dieta sana fornisce la giusta quantità di nutrienti essenziali per le esigenze metaboliche del corpo. Stile di vita malsano e alimentazione inadeguata sono le principali cause di morbilità e mortalità degli ultimi dieci anni.

Tra le abitudini alimentari più sane Health Psychology propone di aumentare il consumo di latte, patate, verdura, frutta e fibre. Al contempo, di ridurre i grassi animali, lo zucchero, i dolci, le farine raffinate e l’alcol.

Ridurre al minimo le emozioni negative

Le emozioni negative causano diversi problemi di salute. Oltre ad aggravare i fattori psicologici e fisiologici che minano il benessere, possono anche influenzarlo in modo diretto. È comune, di fatto, adottare abitudini poco sane allo scopo di contrastare l’impatto di queste emozioni negative; ne è un esempio il consumo smodato di alcol.

Sia i punti di forza, sia i meccanismi di coping costituiscono un freno alle emozioni negative. Inoltre, la capacità di autocontrollo, autoregolazione e di adattarsi al cambiamento sono strumenti utili ad affrontare le emozioni negative.

Ottimismo, buonumore e risate

Psicologia positiva: la risata serve da valvola di sfogo e aiuta a calmare la tensione
La principale differenza tra le persone ottimiste e quelle pessimiste risiede nel modo in cui affrontano la vita:

  • I pessimisti trovano sempre inconvenienti e difficoltà che causano loro sconforto e arresa.
  • Gli ottimisti si dedicano a trovare soluzioni creative, vantaggi e possibilità.

In generale, le persone più ottimiste hanno un maggiore senso dell’umorismo; sono inoltre più perseveranti e di successo, oltre a godere di una migliore salute fisica ed emotiva. Il senso dell’umorismo e la risata servono da valvola di sfogo per calmare le tensioni. Infondono uno stato d’animo più attivo e vitale che protegge dallo stress e da altre emozioni negative.

Aderenza al trattamento

Aderire al programma terapeutico stabilito dal medico e dall’équipe psicosociale si traduce in benessere e salute. È facile dire a un paziente di smettere di fumare, ma assicurarsi che lo faccia è tutt’altra storia. La psicologia della salute interviene per motivare la persona a rispettare il piano terapeutico.

Creatività

La creatività è intesa come la capacità di risolvere i problemi in modo originale. Permette inoltre di raggiungere traguardi innovativi e di valore. Essere in grado di risolvere i problemi in modo originale è appagante. Consente di adattarsi con successo alle diverse situazioni della vita.

Creatività, anguria sospesa tra palloncini rosa

Viceversa, inflessibilità, rigidità e ottusità ci fanno cadere nello stress e nella disperazione. In altre parole, essere creativi è un modo sano per affrontare la vita.

Psicologia della salute e comportamenti a rischio

Alcune abitudini e comportamenti rappresentano un rischio per la salute. Health Psychology analizza il modo in cui agiscono sulla salute, oltre a stabilire strategie per prevenire i fattori di rischio. Vediamo i principali contributi della psicologia della salute in questo campo.

Adozione di comportamenti sicuri

Gli incidenti sono tra le principali cause di morte. Per la maggior parte dipendono dalla nostra condotta (armi, lavoro, incidenti stradali, ecc.). La psicologia della salute ricorda che molti incidenti potrebbero essere evitati. Per esempio, sulla strada possiamo adottare misure di sicurezza come:

  1. Non consentire a persone di età inferiore a 18 anni di guidare.
  2. Limitare la potenza e la velocità dei veicoli.
  3. Imporre misure di sicurezza sui veicoli.
  4. Evitare superfici, veicoli o prodotti pericolosi.
  5. Educare attraverso campagne di informazione e sensibilizzazione.

Fumo

Negli ultimi anni le tecniche psicologiche per smettere di fumare hanno compiuto grandi progressi. La scienza dimostra che si è più inclini ad abbandonare questo vizio fumando in fretta o trattenendo il fumo. Un altro espediente è la riduzione graduale del consumo di nicotina e catrame. Ciò nonostante, bisogna ancora lavorare sull’aderenza al trattamento e sulla gestione delle recidive.

Alcol

È possibile prevenire e combattere la dipendenza all’alcol. In famiglia sarà utile promuovere la comunicazione e la risoluzione dei conflitti. A scuola gli strumenti sono individuazione precoce dei consumi, programmi di formazione sulle competenze sociali, ecc. Due bicchieri con superalcolico e ghiaccio

L’intervento in ambito educativo e familiare riduce i fattori di rischio per l’alcolismo giovanile.

Uso e abuso di droghe

Le droghe illegali nuocciono gravemente alla salute. Non solo per gli effetti fisici e psichici, ma per tutte le variabili connesse. Tra le variabili di rischio troviamo ambiente e contesto in cui vengono consumate, via di somministrazione, mancanza di controllo sulle dosi, impurità contenute, ecc.

Oltre a ciò, sono causa di problemi sociali quali l’insicurezza dei cittadini, lo spaccio di droga, i crimini, le rapine, ecc. Infine, non si possono ignorare le ripercussioni in campo scolastico, lavorativo, sociale e familiare. La psicologia della salute pone quindi un accento particolare sulla prevenzione del consumo di droghe attraverso campagne di informazione e sensibilizzazione.

Rapporti sicuri

Ogni anno milioni di persone contraggono malattie a trasmissione sessuale (come la gonorrea, l’herpes o l’HIV). L’aumento dell’incidenza di queste malattie nella popolazione giovanile è allarmante.

Preservativi per sesso sicuro
Health Psychology pone un’enfasi particolare sulla prevenzione dei comportamenti sessuali a rischio. I giovani possono essere informati attraverso campagne sui rapporti sicuri e responsabili grazie all’uso dei preservativi.

Conclusioni sulla psicologia della salute

Dopo aver definito e descritto le caratteristiche principali della psicologia della salute, appare chiaro che le malattie devono essere affrontate da una prospettiva biopsicosociale.

I fattori psicologici, emotivi, ambientali e culturali sono decisivi nello sviluppo e decorso di numerose patologie. Ne consegue le necessità di prevenire i fattori di rischio e adottare  abitudini sane. Le nostre azioni, i nostri pensieri e il nostro comportamento non smettono mai di influire sul nostro stato di salute.