Trattamento dell'ipertensione negli anziani

L'ipertensione è una condizione molto comune nella vecchiaia. Un maggiore rischio di insufficienza cardiaca, infarto e insufficienza renale, rende necessaria un'attenta valutazione della terapia antipertensiva. Come si sceglie la migliore opzione terapeutica per questa fascia di età?
Trattamento dell'ipertensione negli anziani

Scritto da Josberth Johan Benitez Colmenares, 15 giugno, 2021

Ultimo aggiornamento: 15 giugno, 2021

La pressione si innalza con l’avanzare dell’età. Secondo le stime dell’American College of Cardiology (ACC), circa il 70% delle persone sopra i 65 anni soffre di ipertensione. Per una serie di motivi, il trattamento dell’ipertensione negli anziani è diverso da quello degli adulti più giovani o degli adolescenti.

Un maggiore rischio di insufficienza cardiaca, infarto e insufficienza renale, rende necessaria un’attenta valutazione della terapia antipertensiva. Vediamo quali criteri vengono presi in considerazione quando si sceglie la migliore opzione terapeutica per questa fascia di età.

Trattamento dell’ipertensione negli anziani

Il trattamento dell'ipertensione negli anziani può essere complesso
Gli anziani tendono ad avere più comorbidità, che possono complicare la strategia terapeutica antipertensiva.

Le complicazioni legate all’innalzamento della pressione arteriosa aumentano con il passare degli anni. Sono stati identificati diversi elementi che contribuiscono a questi squilibri, tra cui rigidità arteriosa, deterioramento della funzione renale, alterazioni emodinamiche a livello meccanico e disturbi neuro-ormonali.

A causa di tutto ciò, le possibilità di sviluppare ipertensione aumentano con l’età, il che a sua volta ci pone di fronte a una serie di sfide. La ricerca ha suggerito cinque dei fattori più importanti nel trattamento dell’ipertensione negli anziani:

  1. Deterioramento cognitivo
  2. Presenza di più patologie.
  3. Fragilità.
  4. Ipotensione ortostatica.
  5. Aumento del rischio di cadute.

Qualsiasi terapia che miri a trattare questa condizione nelle persone di età superiore ai 65 anni deve tenerne conto, poiché la dose, la frequenza, il tipo di farmaco e le aspettative sono condizionate da tali criteri. Molte volte questi si sovrappongono, costringendo lo specialista a una maggiore attenzione durante il processo.

Malgrado non esista un valore standard di pressione sanguigna negli anziani, è stato suggerito un intervallo intorno a 140/90 mmHg.

Tuttavia, molti pazienti non tollerano un’eccessiva riduzione della pressione poiché si accompagna ad un maggiore rischio di cadute quando coesiste con ipotensione ortostatica. Ecco perché il consiglio è di trovare un valore che sia tollerato dall’organismo.

Come possiamo vedere, sia i valori che gli obiettivi sono diversi nel trattamento dell’ipertensione delle persone anziane rispetto alle fasce di popolazione più giovani. La terapia viene scelta in base alla gravità, poiché nei pazienti con ipertensione resistente è necessario uno sforzo maggiore per il controllo.

Cambiamenti dello stile di vita come parte del trattamento negli anziani ipertesi

Il cambiamento dello stile di vita fa parte del trattamento conservativo nella gestione dell’ipertensione arteriosa, a qualunque età. Pertanto, apportare alcune modifiche alle abitudini è il primo passo per bilanciare i valori pressori; ciò indipendentemente dal fatto che venga avviato anche un trattamento farmacologico.

Numerose indagini e studi ribadiscono l’importanza di programmi volti a ridurre i fattori di rischio. Tra i più importanti segnaliamo:

  • Ridurre l’assunzione di sodio: è stato dimostrato che la riduzione dell’assunzione di sodio negli anziani aiuta a stabilizzare i valori della pressione sanguigna.
  • Perdere peso: anche quando non è così sostanziale, l’evidenza indica che perdere peso contribuisce a migliorare la prognosi per il controllo della malattia e a ridurre le condizioni correlate.
  • Smettere di fumare: il fumo è un vecchio nemico della pressione sanguigna, indipendentemente dall’età. La ricerca suggerisce una relazione più stretta e un rischio più elevato di morte in età avanzata.
  • Ridurre i livelli di stress: è dimostrato che un approccio efficace nella riduzione dei fattori di di stress aiuta a controllare l’ipertensione negli anziani. È, quindi, parte essenziale della terapia.

Questi sono i consigli di base che il medico suggerirà, accompagnati da altri a seconda dei casi. Queste abitudini da sole raramente tengono a bada la pressone alta, ma certamente completano la terapia farmacologica prescritta.

Ipertensione negli anziani e farmaci

Il trattamento dell'ipertensione negli anziani comprende l'uso di farmaci
La maggior parte dei farmaci antipertensivi può essere utilizzata anche dalle persone anziane. Tuttavia, una maggiore incidenza di insufficienza renale ed epatica obbliga ad una maggiore attenzione.

Non esiste un limite di età per l’assunzione di farmaci antipertensivi negli anziani, come indicano le prove. Tuttavia, la scelta va fatta in modo controllato, valutando il grado di tolleranza e i possibili effetti collaterali.

Una ricerca pubblicata sulla rivista The BMJ nel 2008 non ha evidenziato una grande differenza tra le classi di farmaci somministrati agli anziani circa lo sviluppo di importanti eventi cardiovascolari legati all’ipertensione.

Ciò indica che i diuretici tiazidici, i bloccanti dei canali del calcio, i bloccanti del recettore dell’angiotensina e gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina sono altrettanto efficaci nell’età adulta.

Costituiscono forse un’eccezione i beta-bloccanti, che secondo alcune ricerche sono meno efficaci dei diuretici nel trattamento della pressione alta negli anziani. I diuretici, quindi, sono la prima scelta che lo specialista utilizzerà per controllare l’ipertensione.

Prove ed errori che tengano conto degli effetti avversi, del grado di accettazione da parte dell’organismo e dell’interazione con altri farmaci determineranno l’opzione migliore per il paziente. Per questo motivo possono essere necessarie diverse settimane o mesi prima di trovare la terapia più adatta al caso specifico.

Potrebbe interessarti ...
Furosemide: che cos’è e a cosa serve?
Muy Salud
Leggi in Muy Salud
Furosemide: che cos’è e a cosa serve?

La furosemide è un diuretico che tratta l'ipertensione, l'insufficienza cardiaca e l'edema. Scoprite di più su questo farmaco.



  • Al-Wehedy, A., Abd Elhameed, S. H., & Abd El-Hameed, D. Effect of lifestyle intervention program on controlling hypertension among older adults. Journal of Education and Practice. 2014; 5(5): 61-71.
  • Anandita, M. D., Mehta, A., Yang, E., & Parapid, B. M. Older Adults and Hypertension: Beyond the 2017 Guideline for Prevention, Detection. Evaluation, and Management of High Blood Pressure in Adults. 2020; 26.
  • Conroy, S. P., Westendorp, R. G. J., & Witham, M. D. Hypertension treatment for older people—navigating between Scylla and Charybdis. Age and ageing. 2018; 47(4): 505-508.
  • Kakavand, A., & Damercheli, N. The role of mediator of perceived stress in the relationship between personality traits and hypertension among the elderly. Aging Psychology. 2017: 2(4): 271-279.
  • Messerli, F. H., Grossman, E., & Goldbourt, U. Are β-blockers efficacious as first-line therapy for hypertension in the elderly?: a systematic review. Jama. 1998; 279(23): 1903-1907.
  • Nguyen, Q. T., Anderson, S. R., Sanders, L., & Nguyen, L. D. Managing hypertension in the elderly: a common chronic disease with increasing age. American health & drug benefits. 2012; 5(3): 146.
  • Oliveros, E., Patel, H., Kyung, S., Fugar, S., Goldberg, A., Madan, N., & Williams, K. A. Hypertension in older adults: Assessment, management, and challenges. Clinical cardiology. 2020; 43(2): 99-107.
  • Parekh, N., Page, A., Ali, K., Davies, K., & Rajkumar, C. A practical approach to the pharmacological management of hypertension in older people. Therapeutic advances in drug safety. 2017; 8(4): 117-132.
  • Somes, G. W., Kritchevsky, S. B., Shorr, R. I., Pahor, M., & Applegate, W. B. Body mass index, weight change, and death in older adults: the systolic hypertension in the elderly program. American journal of epidemiology. 2002; 156(2): 132-138.
  • Trialists’Collaboration, B. P. L. T. Effects of different regimens to lower blood pressure on major cardiovascular events in older and younger adults: meta-analysis of randomised trials. Bmj. 2008; 336(7653): 1121-1123.
  • Umpierre, D., Santos, L. P., Botton, C. E., Wilhelm, E. N., Helal, L., Schaun, G. Z., … & Pinto, S. S. The “Hypertension Approaches in the Elderly: a Lifestyle study” multicenter, randomized trial (HAEL Study): rationale and methodological protocol. BMC public health. 2019; 19(1): 1-13.
  • Wang, Y., Zheng, X., Zhang, C., Yang, Y., Liu, L., Qi, Y., & Bu, P. A12426 Association between smoking and blood pressure in elderly male patients with essential hypertension. Journal of Hypertension. 2018; 36: 321.
  • Whelton, P. K., Appel, L. J., Espeland, M. A., Applegate, W. B., Ettinger Jr, W. H., Kostis, J. B., … & TONE Collaborative Research Group. Sodium reduction and weight loss in the treatment of hypertension in older persons: a randomized controlled trial of nonpharmacologic interventions in the elderly (TONE). Jama. 1998; 279(11): 839-846.