Trattamento dell’acne

Maite Córdova Vena · 11 Giugno, 2021
A seconda del tipo di acne, il dermatologo potrebbe prescrivere un trattamento a base di antibiotici o isotretinoina, oppure farmaci ormonali combinati con farmaci topici. Non esiste un trattamento universale applicabile a tutti i casi di acne.

L’acne è uno dei motivi più frequenti di visita dermatologica. Sebbene in alcuni casi ci si rivolga allo specialista per ricevere un idoneo trattamento dell’acne sin dalle sue prime manifestazioni, in altri casi, si accede all’ambulatorio dopo aver provato varie alternative che non hanno dato i risultati sperati.

Vediamo cosa può includere il trattamento dell’acne prescritto dal dermatologo.

Considerazioni generali

Il trattamento dell’acne è principalmente orientato a ridurre o eliminare le lesioni, migliorare il disagio e l’aspetto estetico del paziente; a evitare le ricadute, prevenire la comparsa di cicatrici e iperpigmentazione; inoltre, a ridurre l’impatto psicologico e migliorare la qualità della vita.

A questo scopo possono essere impiegati prodotti da banco, farmaci a uso topico, a uso orale e altri trattamenti.

Prodotti da banco

Trattamento dell'acne: crema antimicrobica
Spesso il trattamento dell’acne prevede l’applicazione di creme con proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie.

Esistono numerosi prodotti topici da banco utili a curare l’acne. Tuttavia, spesso chi decide per l’automedicazione, non ne prende in considerazione la composizione e non chiede consiglio al farmacista. In questo caso è possibile che il prodotto non dia i risultati sperati.

Occorre tenere presente che l’acne è un disturbo complesso. Nella maggior parte dei casi, non ha un’unica causa ma diverse; fino a quando non si affrontano in modo efficace, la pelle non migliora.

Ad esempio, se l’acne è legata a un disturbo della tiroide non trattato, a poco servirà usare il sapone antisettico o proteggersi dal sole. L’acne tenderà comunque a comparire.

Inoltre, per trovare il giusto rimedio, oltre a consultare il dermatologo, sarà bene valutare la composizione. I prodotti da banco di solito includono:

  • Acido glicolico: esfolia e aiuta a rigenerare la pelle.
  • Acido salicilico (da 0,5 a 2%): agisce principalmente come esfoliante.
  • Perossido di benzoile (dal 2,5 al 10%): aiuta a pulire i follicoli e porta ossigeno nei pori.

I prodotti da banco sono spesso utili per il trattamento dell’acne lieve e moderata, ma non esonerano dal sottoporsi almeno a una prima visita dal dermatologo.

Non conoscere il proprio tipo di pelle spesso porta a soffrire di secchezza, arrossamento o altri fastidi quando si cambia prodotto: meglio controllare prima gli ingredienti.

Farmaci per uso topico

A seconda della causa dell’acne e dello stato di salute della pelle, il trattamento dell’acne può includere alcuni farmaci topici (per periodi di tempo specificati e in concentrazioni variabili):

  • Acido azelaico.
  • Perossido di benzoile.
  • Retinoidi topici.
  • Antibiotici topici (come l’eritromicina ).
  • Una combinazione di quanto sopra.

Farmaci per uso orale

Il trattamento dell'acne include farmaci per via orale
L’isotretinoina è uno dei farmaci da assumere per via orale più utilizzati per il trattamento dell’acne, nonostante i suoi effetti avversi.

A seconda del tipo di acne, il dermatologo potrebbe prescrivere un trattamento a base di antibiotici o isotretinoina, oppure farmaci ormonali combinati con farmaci topici. Non esiste un trattamento universale applicabile a tutti i casi di acne.

Altre soluzioni

Come indica il manuale MSD, i peeling chimici, il trattamento laser e la microdermoabrasione sono utili nel trattamento delle cicatrici. Altre soluzioni sono le iniezioni di corticosteroidi e la microchirurgia.

Trattamento dell’acne: consigli generali

Se soffrite di acne e non avete ancora ricevuto un trattamento specifico, la scelta migliore è farsi visitare dal dermatologo. È la figura più indicata per valutare il tipo di acne e il trattamento mirato. Oltre a seguire le indicazioni dello specialista sarà utile tenere in considerazione le seguenti linee guida:

  • Scegliere con cura i prodotti adatti al tipo di pelle (saponi, trucchi, creme solari, creme, esfolianti, ecc.).
  • Idratare (sia la pelle -attraverso creme o lozioni- sia il corpo, attraverso il consumo di acqua).
  • Non lavare il viso troppo spesso, perché è controproducente.
  • Applicare regolarmente la crema solare (che deve essere sempre acquistata in base al tipo di pelle).

Nonostante il rapporto tra dieta e acne sia ancora oggetto di discussione, vale la pena migliorare le abitudini alimentari per favorire una maggiore salute (in termini olistici, non solo della pelle).

L’ideale sarebbe mantenere una dieta equilibrata, in base alle esigenze dell’organismo, in cui venga data priorità ai cibi freschi e ad alto valore nutritivo (come verdura, frutta e altro).

Allo stesso tempo, sarebbe opportuno ridurre al minimo il consumo di cibi ultra-elaborati e gli alimenti ricchi di grassi saturi, zuccheri e altri elementi non nutrienti.

Non è consigliabile eliminare dalla dieta alimenti (come i latticini) senza l’autorizzazione del medico, in quanto potrebbe favorire carenze e altri problemi di salute. Meglio, ad esempio, chiedere al medico o al nutrizionista come ridurre – in modo sano – il consumo di latticini per alleviare l’acne.

In breve , il trattamento dell’acne deve essere sempre effettuato secondo le linee guida del dermatologo, all’interno di uno stile di vita sano.

  • Arias-Gómez MI, Chías-Rubí AE, Adame-Miranda GJ. La importancia de la dieta en el acné. Dermatol Rev Mex. 2019;63(Supl. 1):S3-S17.
  • “Eritromicina. Descubrimiento, Características y Aplicaciones | Offarm.” n.d. Accessed May 31, 2021. https://www.elsevier.es/es-revista-offarm-4-articulo-eritromicina-descubrimiento-caracteristicas-aplicaciones-13026500.

  • Varios. 2019. “Tratamiento Del Acné.” Boletín Terapéutico Andaluz 34 (4): 38–48.