Tipi di emicrania

L'emicrania è un disturbo neurologico molto comune che non si manifesta sempre allo stesso modo. È importante imparare a distinguere le diverse forme per poter applicare il trattamento appropriato.
Tipi di emicrania

Scritto da Maite Córdova Vena, 07 settembre, 2021

Ultimo aggiornamento: 07 settembre, 2021

Uno dei disturbi neurologici più comuni è l’emicrania. Può avere un’ampia varietà di manifestazioni cliniche, ma la prevalente è la cefalea pulsante o palpitante classificata da moderata a grave. Esistono diversi tipi di emicrania, a seconda del modo in cui colpiscono e dei sintomi associati.

Molti tipi di emicrania hanno segni comuni, come nausea, vertigini e vomito. Tuttavia, altre manifestazioni sono caratteristiche. È importante imparare a distinguere le diverse forme per poter applicare il trattamento appropriato.

Emicrania senza aura

Nell’emicrania senza aura o emicrania comune, la cefalea è di tipo pulsante, solitamente su un lato della testa (unilaterale), e si presenta con nausea, sensibilità alla luce (fotofobia) e al suono (fonofobia). Il dolore tende ad essere aggravato dall’attività fisica.

Emicrania con aura

Quando usiamo il termine emicrania con aura, intendiamo che prima del mal di testa, possono comparire alcuni sintomi temporanei e reversibili. Sono interpretati come un campanello d’allarme.

Questi sintomi sono disturbi visivi (visione di luci irregolari, luminose o lampeggianti, o perdita parziale o totale della vista), sensazioni di formicolio alle mani o al viso, debolezza muscolare e difficoltà di linguaggio. L’aura stessa di solito si verifica un’ora prima del mal di testa e dura meno di 60 minuti, secondo gli esperti della Mayo Clinic

Vomito prima dell'emicrania.
I sintomi dell’aura sono avvertimenti o segnali che il mal di testa inizierà presto.

Emicrania cronica

Secondo gli esperti, l’emicrania cronica è la complicanza più comune dell’emicrania. È caratterizzata da cefalea per 15 o più giorni al mese, di cui almeno 8 coincidono con i criteri per l’emicrania senza aura.

Per essere diagnosticata, deve verificarsi per almeno 3 mesi consecutivi, senza una causa giustificata (come l’uso eccessivo di qualche tipo di farmaco o altro disturbo).

Emicrania addominale

Come indica uno studio, l’ emicrania addominale è più comune nei bambini che negli adulti. È definita da episodi stereotipati di dolore addominale acuto e invalidante. Possono essere seguiti da intervalli di settimane o mesi quasi senza manifestazioni.

I segni associati sono mal di testa, sensibilità alla luce (fotofobia), pallore, anoressia, nausea e vomito. Nell’infanzia rappresenta una sfida diagnostica per lo specialista.

Emicrania silenziosa

A differenza degli altri tipi di emicrania, nella forma silente non compare il caratteristico mal di testa. Molti degli altri sintomi sono invece presenti.

Colpisce più spesso le persone di età superiore ai 50 anni e tende a essere confusa con un ictus. I disturbi della vista (e più specificamente quelli che hanno a che fare con la percezione del colore) sono uno dei suoi sintomi più comuni.

Emicrania con aura del tronco cerebrale

L’emicrania con aura del tronco cerebrale ha origine in questa parte del sistema nervoso, sebbene non si limiti ad essa. Sembra essere più comune nelle donne e produce disturbi visivi, oltre a vertigini.

Tra le altre manifestazioni troviamo le seguenti:

  • Male al collo (mal di testa occipitale).
  • Diminuzione o aumento della sensibilità (disestesia).
  • Difficoltà ad articolare le parole (disartria).
  • Disturbo del movimento (atassia).
  • Rumori interni delle orecchie (tinnito).

Emicrania emiplegica familiare o sporadica

Come indicato dal Portale informativo sulle malattie rare e sui farmaci orfani (Orphanet), l’emicrania emiplegica familiare è una forma rara. È caratterizzata da debolezza motoria durante l’aura.

Emicrania retinica

A differenza di altri tipi di emicrania che possono colpire entrambi gli occhi, nell’emicrania retinica solo un occhio è affetto da disturbi visivi. È un tipo raro di emicrania. Per quanto riguarda i sintomi, sono gli stessi della forma comune.

Primo piano dell'occhio.
I disturbi visivi dell’emicrania possono essere sintomi di accompagnamento o segni predominanti.

Stato di male emicranico

Come affermato in un recente aggiornamento sul tema, lo stato di male emicranico è un attacco di emicrania che consiste in una grave e debilitante fase di dolore che dura più di 72 ore. Invece, se l’attacco persiste per 72 ore o più e non è debilitante, può essere classificato come possibile emicrania senza aura.

Perché è importante distinguere i diversi tipi di emicrania?

Se soffrite di forti mal di testa e altri disagi compatibili con uno qualsiasi dei tipi di emicrania, non esitate a consultare il medico per un controllo. Durante la visita medica, tenete presente che è importante descrivere con accuratezza i sintomi avvertiti per aiutare a raggiungere una diagnosi corretta.

Potrebbe interessarti ...
Convivere con l’emicrania
Muy SaludLeggi in Muy Salud
Convivere con l’emicrania

Sebbene non esista ancora una cura, è possibile convivere con l'emicrania nel migliore dei modi adottando pochi semplici accorgimenti.