Le 8 malattie più comuni negli uomini e il loro trattamento

Le malattie più comuni negli uomini possono dipendere dalla genetica, dal metabolismo, dall'anatomia o dallo stile di vita. Molte sono causate da obesità, fumo e alcolismo.
Le 8 malattie più comuni negli uomini e il loro trattamento
Samuel Antonio Sánchez Amador

Scritto e verificato da el biólogo Samuel Antonio Sánchez Amador in 10 aprile, 2021.

Ultimo aggiornamento: 10 aprile, 2021

Secondo il Global Burden of Disease Study (GBD), il 95% della popolazione mondiale ha un qualche tipo di malattia. Quasi tutti gli esseri umani sono “malati” di qualcosa, che si tratti di influenza o di una condizione cronica ma lieve come la dermatite atopica. Pertanto, è impossibile concepire una vita senza disturbi di salute.

In ogni caso, colpisce constatare che esistono numerose patologie la cui prevalenza varia tra uomini e donne. Come indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), delle 40 principali cause di morte nel mondo, 33 prediligono il genere maschile. Vediamo le 8 malattie più comuni negli uomini.

Quali sono le malattie più comuni negli uomini?

Alcuni ormoni e processi metabolici predispongono gli uomini a morire prima delle donne. Non solo, il fatto che i membri del genere maschile sviluppino più facilmente determinate malattie è dovuto anche a un gran numero di fattori sociali.

Ad esempio, come indica l’Istat, gli uomini sono molto più inclini a un consumo eccessivo di alcol rispetto alle donne. Lo stesso vale per l’obesità, il fumo, l’uso di droghe, la violenza, il suicidio e molte altre abitudini e disturbi emotivi.

Da un punto di vista storico, il genere maschile si è sempre preso meno cura del proprio corpo e ha assunto più rischi. I canoni della bellezza sono da sempre associati alle donne, le quali, per aderirvi hanno la tendenza a ridurre il consumo di sostanze e cibi nocivi.

Questo argomento è di grande interesse a livello sociale, ma al momento ciò che ci interessa è che a causa di questi motivi e molti altri, l’aspettativa di vita negli uomini è inferiore. Le 8 malattie più comuni negli uomini, possono essere lievi o favorire la morte precoce. Vediamo quali sono.

1. Alopecia androgenetica

L'alopecia androgenetica è tra le 8 malattie più comuni negli uomini..
Sebbene rappresenti solo un problema estetico, l’alopecia androgenetica può abbassare la qualità della vita.

L’alopecia androgenica è un termine medico che si riferisce alla calvizie comune, la causa più tipica di perdita di capelli nel genere maschile. Secondo le statistiche ne soffre quasi il 40 % degli uomini in Italia.

Questa patologia è più legata agli uomini, poiché gli androgeni (ormoni sessuali maschili, come il testosterone) agiscono direttamente su alcune aree del cuoio capelluto, che sono predisposte a essere modificate. Il follicolo pilifero si atrofizza fino a chiudersi, il che impedisce la crescita dei capelli.

2. Infarto del miocardio

L’infarto miocardico è un tipo di cardiopatia ischemica, cioè una malattia causata dall’ostruzione e dal deterioramento delle arterie del cuore. Si verifica a causa dell’accumulo di grassi, colesterolo e cellule infiammatorie nelle pareti arteriose, che formano un coagulo e impediscono il corretto flusso sanguigno.

Secondo l’ Organizzazione mondiale della sanità (OMS), l’infarto del miocardio e altre malattie cardiache sono la principale causa di morte sia per gli uomini che per le donne nei paesi ad alto reddito. Tuttavia, mentre le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di attacchi di cuore dopo i 55 anni, gli uomini sono più inclini dopo i 45 anni.

L’obesità, il colesterolo alto, il fumo, il diabete, l’uso di droghe e la mancanza di attività fisica favoriscono notevolmente l’infarto. Se conduciamo uno stile di vita corretto, il rischio si riduce in modo drastico.

3. Cancro ai polmoni

Su circa 1 miliardo di persone che fumano nel mondo, solo 200 milioni sono donne. Circa il 40% degli uomini sono fumatori, mentre la percentuale nelle donne è del 9%. Non sorprende, quindi, che il cancro ai polmoni colpisca di più gli uomini.

Il fumo è la causa di 9 casi su 10 di cancro ai polmoni nel genere maschile. Circa 1 persona su 2 dipendente dalla nicotina finisce per morire a causa di questa dannosa abitudine, quindi il consiglio viene da sé. Il consumo di tabacco, con le conoscenze attuali, non è quindi giustificato.

Dedichiamo qualche riga in più per esplorare i sintomi del cancro ai polmoni, poiché è una malattia grave con un alto tasso di mortalità. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), alcuni dei segni clinici di questa neoplasia sono:

  • Tosse persistente che resta costante o peggiora nel tempo.
  • Dolore al petto e mancanza di respiro.
  • Respiro affannoso.
  • Tosse con sangue.
  • Costante sensazione di stanchezza.
  • Perdita di peso senza causa apparente.

Questi sono alcuni dei sintomi del cancro ai polmoni, ma possono essere legati anche ad altre patologie. Se sentite che qualcosa non va a livello delle vie respiratorie e siete fumatori, andate subito dal medico: prevenire è meglio che curare.

4. Cancro alla prostata: una delle malattie cancerose più comuni negli uomini

Sfortunatamente, non ci allontaniamo dal campo dei tumori maligni. Il cancro alla prostata è più diffuso negli uomini perché, in realtà, le donne non hanno una prostata, quindi non possono sviluppare un tumore in questo organo. Secondo i dati dell’Airc, si stima in Italia un’incidenza per questa malattia di 34.800 nuovi casi all’anno (2017).

È una delle malattie cancerose più comuni negli uomini. Rappresenta il 20% di tutti i tumori diagnosticati negli uomini, (in alcuni paesi del mondo è al primo posto), ma è meno letale del cancro ai polmoni.

Ancora una volta, dedichiamo alcuni istanti a vedere i sintomi del cancro alla prostata. Come altri tipi di neoplasia, una diagnosi rapida è la chiave per la sopravvivenza, quindi consultate immediatamente il medico in presenza di uno qualsiasi di questi segni:

  • Diminuzione della forza del flusso di urina.
  • Sangue nelle urine o nello sperma.
  • Riduzione della produzione di urina (oliguria).
  • Dolore osseo e perdita di peso senza motivo apparente.
  • Disfunzione erettile.

Come nel caso precedente, la chirurgia, la chemioterapia, la radioterapia e le terapie mirate sono solitamente la strada da percorrere, a seconda dello stato di avanzamento del tumore e della salute generale del paziente. La prognosi dipende dall’estensione del tumore e dalla presenza o meno di metastasi.

5. Ipertensione

Come indicato dall’IIS, l’ipertensione tende a essere più diffusa negli uomini che nelle donne, tranne dopo la menopausa. Più di 1 miliardo di persone in tutto il mondo soffrono di ipertensione e in molti casi questa condizione si sviluppa senza una causa apparente.

Sebbene l’eziologia non sia sempre certa, una serie di rischi predispone il paziente a sviluppare ipertensione. Tra questi troviamo l’obesità, la storia familiare, l’elevato consumo di cibi con sale, l’alcolismo, il fumo, la mancanza di esercizio e lo stress.

Quasi il 50% delle persone sopra i 65 anni soffre di ipertensione, quindi stiamo parlando di una delle malattie più comuni non solo negli uomini, ma in tutta la società. Per combatterla è fondamentale cambiare stile di vita (a volte in modo drastico), ma può essere necessario anche l’assunzione di alcuni farmaci.

6. Gotta

La gotta è una malattia cronica causata dall’accumulo di cristalli di urato monosodico (derivati dall’acido urico) in diverse parti del corpo, in particolare le articolazioni. È più comune negli uomini, che hanno livelli più elevati di acido urico circolante in generale.

Oltre a essere più diffusa negli uomini, la gotta tende ad apparire prima: tra i 30 e i 50 anni di età nei maschi, mentre le donne aumentano la probabilità di svilupparlo dopo la menopausa.

Come indicato dalla Mayo Clinic, i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), la colchicina e i corticosteroidi sono solitamente i farmaci prescritti in questo quadro clinico. È inoltre necessario che il paziente apporti alcuni cambiamenti nel proprio stile di vita, come l’aumento del consumo di acqua, l’esercizio fisico regolare e la riduzione dei cibi ricchi di purine.

7. Cancro ai testicoli: una delle malattie più comuni negli uomini giovani

È il tipo di cancro più comune nei pazienti di sesso maschile di età compresa tra 15 e 45 anni. In ogni caso, la prognosi e le aspettative sono molto diverse dai tumori sopra menzionati, poiché il tasso di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi supera il 95%. Alcuni dei sintomi caratteristici di questa neoplasia sono:

  • Presenza di una massa o ingrossamento in uno dei 2 testicoli.
  • Sensazione di pesantezza a livello dello scroto.
  • Dolore sordo a livello addominale o inguinale.
  • Accumulo di liquido nello scroto.
  • Ingrandimento della ghiandola mammaria.
  • Mal di schiena.

Molti tumori testicolari vengono risolti rimuovendo chirurgicamente il testicolo interessato.

A volte può anche essere necessario rimuovere i linfonodi vicini, poiché è probabile che le cellule tumorali siano migrate. A seconda dell’estensione del tumore, può essere necessaria anche la chemio o la radioterapia.

8. Emofilia

L'emofilia, una malattia del sangue, è tra le 8 malattie più comuni negli uomini
Gli uomini hanno molte più probabilità delle donne di sviluppare questa malattia del sangue.

Come indicato dalla U.S. National Library of Medicine, l’emofilia è una condizione rara che di solito colpisce gli uomini. È dovuta a un’alterazione dei geni che codificano per i fattori VIII o IX della coagulazione, la cui posizione è fissata sul cromosoma X (determinante del sesso femminile).

Un uomo che ha un gene emofilico difettoso soffrirà sicuramente di emofilia, poiché il genoma dei maschi è XY. Invece, una donna deve avere copie dei geni carenti in entrambi i cromosomi (sono XX), quindi le possibilità di sviluppare la malattia diminuiscono. Questo spiega perché la prevalenza dell’emofilia sia molto più alta negli uomini.

I principali segni di emofilia sono sanguinamento eccessivo e comparsa improvvisa di lividi. Il trattamento principale è l’iniezione dei fattori di coagulazione mancanti nel flusso sanguigno del paziente, quindi l’approccio è “facile” considerata la complessità della patologia.

Le malattie più comuni negli uomini

Vi abbiamo descritto alcune delle malattie più comuni negli uomini, ma queste non sono le uniche. In molti casi sono legate alla fisiologia, all’anatomia e ai modelli di ereditarietà genetica degli uomini, ma in altri casi la causa diretta è uno stile di vita non sano.

L’obesità, l’alcolismo, il fumo e altri fattori, riducono certamente l’aspettativa di vita. Per questo motivo, gran parte delle malattie qui menzionate può essere combattuta con una dieta equilibrata, evitando di assumere sostanze tossiche e con un regolare esercizio fisico. Come si suol dire, scommettere sulla salute oggi è sempre un investimento per il futuro.

Potrebbe interessarti ...
4 malattie di origine alimentare
Muy Salud
Leggi in Muy Salud
4 malattie di origine alimentare

Spesso le malattie di origine alimentare sono causate da un batterio o da una tossina. Quali sono le più comuni e come si possono prevenire?