Come pulire il viso? 15 passaggi

Daniela Andarcia · 27 Marzo, 2021
Quali sono i passaggi per pulire correttamente il viso? A quanto pare usare acqua e sapone non basta. Scopri come ottenere una pelle bella e luminosa.

Indipendentemente dal fatto che tu faccia uso o meno del trucco, è imperativo pulire il viso ogni giorno; meglio due volte al giorno, al mattino e alla sera. In questo modo si eliminano impurità, sebo, polvere e trucco che potrebbero ostruire i pori.

Una pelle pulita è la base per applicare un trattamento specifico, come sieri, creme idratanti, tonici o farmaci dermatologici. Inoltre, una viso pulito rende il risultato del trucco “pulito”.

Ma quali sono i passaggi per detergere correttamente il viso? A quanto pare usare semplicemente acqua e sapone non basta. Scopri come ottenere una pelle pulita e luminosa.

Procurati un kit per la pulizia del viso

Prima di iniziare a pulire il viso, assicurati di avere i seguenti strumenti a portata di mano:

  • Sapone delicato formulato per il tuo tipo di pelle, sia essa grassa, secca o sensibile. L’uso di saponi liquidi è consigliato per motivi igienici, poiché le saponette hanno maggiori probabilità di ospitare batteri.
  • Olio detergente, necessario per effettuare una pulizia profonda. Inoltre, è stato dimostrato che causa meno irritazione e secchezza della pelle rispetto ai normali detergenti. Puoi anche utilizzare olio di cocco, olio di ricino o un altro olio naturale.
  • Acqua micellare, è efficace per rimuovere il trucco grazie al suo contenuto di micelle: e anche se non usi il trucco, questo prodotto ti aiuterà a rimuovere dalla pelle polvere o qualsiasi altro agente esterno.
  • Batuffoli di cotone, dischetti, tovaglioli di carta o, in mancanza, un panno morbido in fibra destinato solo al viso.
  • Leva comedoni, da utilizzare se necessario. Deve essere meticolosamente igienizzato, in quanto tende ad accumulare batteri, il che può essere controproducente.
  • Spazzola elettrica per il viso, test clinici supportano il suo utilizzo, soprattutto se si ha la pelle grassa; può migliorare condizioni come l’acne e danni alla pelle causati dalla sovraesposizione alla luce e all’inquinamento.
  • Sauna facciale: si può usare con infuso di camomilla e ha dimostrato di aumentare la permeabilità del viso e la capacità di assorbire meglio i prodotti topici.
  • Maschere adatte alle esigenze specifiche del tuo tipo di pelle.
  • Crema idratante, esfoliante, tonico o siero viso. Uno studio ha suggerito che quest’ultimo può migliorare la secchezza della pelle più di una crema idratante.
  • Uno specchio, meglio se per il trucco, poiché ha l’ingrandimento.
Sono diversi i prodotti che aiutano a pulire il viso in modo profondo.
L’acqua micellare è un prodotto utile per una pulizia profonda del viso.

15 passaggi per pulire il viso nel modo giusto

La tecnica che usiamo per pulire il viso è importante quanto il numero di volte in cui eseguiamo questa routine. Insieme, fanno la differenza tra una carnagione sana e una con l’acne. Scopri come eseguire un’efficace pulizia della pelle.

Routine serale

La pulizia profonda è consigliata la sera, poiché durante il giorno il tuo viso è esposto a diversi fattori ambientali. E magari il mattino dopo vorrai truccarti per andare al lavoro o in classe, quindi hai bisogno di una base impeccabile.

Allo stesso modo, cerca di estrarre i punti neri la sera, per evitare di uscire con la pelle del viso gonfia o arrossata.

  1. Strucca il viso con un batuffolo di cotone e acqua micellare; puoi anche usare l’olio di cocco, ottimo per sciogliere il mascara, anche waterproof. Devi solo applicare l’olio con l’aiuto delle dita pulite, sulle ciglia, e strofinare delicatamente per circa 2 minuti.
  2. Ora, procedi alla pulizia del viso compresi gli occhi, con il dischetto di cotone generosamente inumidito con l’acqua micellare. Ripeti la procedura se lo ritieni necessario.
  3. Prima pulizia: versa l’olio detergente sulle mani pulite, mescolandolo con una spruzzata d’acqua, e applicalo sul viso strofinando con movimenti circolari per un paio di minuti. Questo tipo di detergente è consigliato per eliminare eventuali residui di trucco.
  4. Non dimenticare il collo, e il contorno del viso molto vicino al cuoio capelluto, in quella zona c’è la tendenza ad accumulare grasso e trucco. Sciacqua con acqua tiepida, è l’ideale per aiutarti a rimuovere lo sporco; tieni presente che deve essere tiepida e non troppo calda, poiché quest’ultima tende a seccare la pelle.
  5. Usa lo specchio, ispeziona il viso per cercare punti neri o brufoli che puoi estrarre con il leva comedoni. Puoi usare il vaporizzatore per il viso con acqua di camomilla, per dilatare i pori e far uscire facilmente i punti neri. La camomilla è un noto antinfiammatorio.
  6. Seconda pulizia: a questo punto conviene utilizzare un detergente delicato. Applicalo sulle mani o sulla spazzola elettrica, quindi massaggia il viso con movimenti circolari. Risciacqua fino a rimuovere tutto il sapone. Asciuga con piccoli tocchi, giusto per eliminare l’acqua in eccesso.
  7. Questo passaggio è facoltativo, ma è vivamente consigliato e prevede l’applicazione di una maschera che puoi acquistare o preparare a casa. Puoi scegliere una maschera idratante o tonificante, in base alle tue necessità.
  8. Quando rimuovi la maschera, applica un tonico o un siero per il viso e lascialo asciugare sulla pelle. Puoi usare acqua di rose, acqua micellare, un siero di acido ialuronico o vitamina C.
  9. Infine, idrata il viso e il contorno degli occhi, questo passaggio non è l’ultimo perché non è importante. Non saltarlo! Scegli in base al tuo tipo di pelle il prodotto idrante che preferisci.

La pelle intorno agli occhi è più delicata rispetto al resto del viso. Per questo motivo, è meglio applicare una crema specifica con piccoli tocchi.

Pulire il viso in modo corretto prepara la pelle al trucco.
Con il tempo, pulire il viso due volte al giorno diventa un’abitudine facile da seguire.

Routine diurna

Alcune persone danno per scontato che la pulizia del viso serale debba essere la stessa del giorno. Ma questo non è del tutto vero, poiché quando si pulisce il viso al mattino ci sono alcuni passaggi che dovrebbero essere saltati, mentre altri dovrebbero essere aggiunti, come la crema solare.

  1. Con un batuffolo di cotone impregnato di acqua micellare, procedi a rimuovere le impurità che il corpo ha naturalmente generato durante la notte.
  2. Quindi, lava il viso con detergente neutro e abbondante acqua tiepida. Ricorda di massaggiare il viso con movimenti circolari.
  3. Puoi applicare un po’ di sapone esfoliante, concentrando i movimenti sulla zona T, mento e guance. Tieni presente che non dovresti esfoliare la pelle più di tre volte a settimana o due giorni di fila. Rimuovi con abbondante acqua.
  4. Asciuga tamponando, lasciando la pelle un po’ umida.
  5. A questo punto puoi applicare la maschera o meno. Tuttavia, la mattina si ha sempre fretta: puoi lasciare questo passaggio per la sera.
  6. Applica il tonico o il siero che preferisci, lascialo asciugare sul viso.
  7. Ora, usa la crema idratante sul viso e la pelle intorno agli occhi.
  8. Applica la crema solare in modo uniforme, compreso il collo. Questo passaggio è imperativo, anche se resti in casa, poiché la luce del cellulare, le lampadine, la TV e il tablet tendono a macchiare la pelle.

Pulire il viso nel modo corretto, in breve

  • Scegli i prodotti adatti al tuo viso, a seconda che la tua pelle sia grassa, mista, sensibile o secca.
  • La doppia pulizia del viso serale aiuta la tua pelle a liberarsi dalle impurità, in questo modo potrà ossigenarsi e rigenerarsi durante il sonno. Inoltre, in questo modo la pelle potrà sfruttare meglio le proprietà dei prodotti che applichi.
  • Anche se vai periodicamente dall’estetista per la pulizia del viso, non dimenticare la tua routine quotidiana.
  • Ricordati di igienizzare adeguatamente il leva comedoni, il vaporizzatore e la spazzola per il viso sonica, per evitare la possibile incubazione di germi.
  • Puoi usare un panno sottile o un asciugamani di cotone per asciugare il viso.
  • Ricorda di asciugare la pelle tamponandola; evita di sfregarla perché può irritare la pelle o di lasciarla asciugare all’aria, perché può causare secchezza.
  • Chen, W., He, M., Xie, L., & Li, L. (2020). The optimal cleansing method for the removal of sunscreen:Water, cleanser or cleansing oil?. Journal of cosmetic dermatology, 19(1), 180–184. https://doi.org/10.1111/jocd.12995
  • Walters, R. M., Mao, G., Gunn, E. T., & Hornby, S. (2012). Cleansing formulations that respect skin barrier integrity. Dermatology research and practice, 2012, 495917. https://doi.org/10.1155/2012/495917
  • Gold, M., Ablon, G., Andriessen, A., Goldberg, D., Hooper, D., & Mandy, S. (2019). Facial cleansing with a sonic brush-A review of the literature and current recommendations. Journal of cosmetic dermatology, 18(3), 686–691. https://doi.org/10.1111/jocd.12906
  • Lee, J. W., Gadiraju, P., Park, J. H., Allen, M. G., & Prausnitz, M. R. (2011). Microsecond thermal ablation of skin for transdermal drug delivery. Journal of controlled release : official journal of the Controlled Release Society, 154(1), 58–68. https://doi.org/10.1016/j.jconrel.2011.05.003
  • Werschler, W. P., Trookman, N. S., Rizer, R. L., Ho, E. T., & Mehta, R. (2011). Enhanced efficacy of a facial hydrating serum in subjects with normal or self-perceived dry skin. The Journal of clinical and aesthetic dermatology, 4(2), 51–55.
  • Bhaskaran, N., Shukla, S., Srivastava, J. K., & Gupta, S. (2010). Chamomile: an anti-inflammatory agent inhibits inducible nitric oxide synthase expression by blocking RelA/p65 activity. International journal of molecular medicine, 26(6), 935–940. https://doi.org/10.3892/ijmm_00000545