Nolotil

Nolotil è un farmaco vietato in alcuni paesi per la sua capacità di produrre agranulocitosi come reazione avversa.
Nolotil

Scritto da Equipo Editorial

Ultimo aggiornamento: 16 dicembre, 2022

Nolotil è un farmaco usato principalmente per trattare il dolore, in quanto ha un grande potere analgesico. A sua volta ha effetti antipiretici, cioè riduce gli stati febbrili. È anche spasmolitico, riduce gli spasmi muscolari e il dolore ad essi associato.

Sebbene non sia tecnicamente un antinfiammatorio, a dosi superiori a quelle consigliate terapeuticamente, si è dimostrato utile nel ridurre l’infiammazione. Tuttavia, a queste dosi il farmaco può essere altamente tossico.

Il principio attivo di questa marca di medicinale è il metamizolo, che appartiene alla famiglia dei pirazoloni. Il prototipo è noto come Pyramidon.

Nototil è usato principalmente per il trattamento del dolore e della febbre. D’altra parte, il principio attivo, metamizolo, può essere sotto forma di metamizolo sodico o metamizolo magnesio.

Questo farmaco è più potente di altri farmaci comunemente usati come il paracetamolo o l’ibuprofene. Tuttavia, ha anche maggiori effetti collaterali, anche tossici che ne hanno reso vietato l’uso in alcuni paesi.

È disponibile in un’ampia varietà di presentazioni possibili. Tra tutti, il più comune si presenta sotto forma di capsula rigida da somministrare per via orale. Tuttavia, può anche essere trovato sotto forma di blister.

Allo stesso modo, esiste una presentazione iniettabile parenterale ma questa somministrazione dovrebbe essere effettuata solo in casi molto specifici. Esiste anche sotto forma di supposta.

Storia del metamizolo

Il metamizolo è stato sintetizzato per la prima volta nel 1920. Responsabile della sintesi era l’azienda tedesca Hoeschst AG, che in seguito fu rilevata da Sanofi. Tuttavia, fu solo nel 1922 che iniziò la sua produzione di massa. Inoltre, quest’anno è stato introdotto per la prima volta sul mercato tedesco con il nome Novalgin.

In tutto il mondo la sua acquisizione e acquisto era gratuita, cioè non era richiesta alcuna prescrizione medica per la sua somministrazione. La situazione è cambiata negli anni ’70, quando si è scoperto che alcuni pazienti soffrivano di agranulocitosi, una malattia molto pericolosa che può portare alla morte.

agranulocitosi

Oggi c’è ancora polemica per quanto riguarda il suo livello di rischio. In diversi paesi, le autorità mediche hanno totalmente vietato il metamizolo, mentre in altri lo hanno limitato o autorizzato solo su prescrizione medica, come nel caso della Spagna.

Il metamizolo è commercializzato con numerosi marchi in tutto il mondo. In Spagna, come già sappiamo, uno di questi marchi è Nolotil. È anche venduto con un nome generico. La prima autorizzazione di Nolotil in Spagna è stata nel marzo 1969 dal laboratorio Boehringer Ingelheim.

Successivamente, vedremo i seguenti aspetti di Nolotil:

  • Meccanismo di azione.
  • Indicazioni e dosaggio.
  • Farmacocinetica.
  • Reazioni avverse.
  • Nolotil e agranulocitosi in Spagna

Meccanismo d’azione di Nolotil

Nolotil agisce sul dolore e sulla febbre. Oltre ai suoi effetti antipiretici e analgesici, ha anche un’azione antispasmolitica. Il meccanismo d’azione, cioè come il farmaco ottiene questi effetti nel corpo, non è stato completamente compreso.

metamizolo

I dati dello studio suggeriscono che il metamizolo e il suo principale metabolita (una sostanza chimica che deriva dalla trasformazione della struttura chimica all’interno del corpo) possono avere un meccanismo d’azione combinato centrale e periferico. In altre parole, Nolotil potrebbe agire sia nel cervello che nel resto del corpo.

A dosi superiori a quella terapeutica, 575 mg (in capsule rigide), si potrebbe ottenere un effetto antiflogistico. Dire che ha un effetto antiflogistico equivale a dire che è antinfiammatorio.

L’effetto antinfiammatorio può essere dovuto ad una possibile inibizione della sintesi delle prostaglandine proinfiammatorie. Ciò sarebbe ottenuto inibendo l’attività della prostaglandina sintetasi, che è un enzima che catalizza la sintesi di nuove prostaglandine.

Le prostaglandine sono sostanze lipidiche che partecipano, tra numerosi altri processi, alle risposte infiammatorie stimolando le terminazioni nervose del dolore e nella produzione della febbre.

Tuttavia, è anche in grado di inibire la febbre indotta dai lipopolisaccaridi, che la differenzia dai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Nolotil è invece un inibitore non selettivo dell’enzima cicloossigenasi e da questa inibizione potrebbe derivare la sua azione analgesica.

Come abbiamo detto, ha anche un’azione spasmolitica, associata all’inibizione del calcio intracellulare per effetto della ridotta sintesi di inositolo fosfato.

Indicazioni e dosaggio

Nolotil è un farmaco finalizzato al trattamento del dolore acuto post-operatorio o post-traumatico moderato o grave. È indicato anche nel dolore di origine colica o tumorale.

Essendo antipiretico, viene utilizzato anche per ridurre gli stati febbrili, ovviamente nei casi in cui il paziente non risponda ad altri trattamenti, compresi gli antipiretici di scelta. Il motivo per cui dovrebbe essere una seconda scelta è a causa dei suoi possibili effetti avversi che altri antipiretici non hanno.

ospedale per pazienti con dolore acuto

Per quanto riguarda il dosaggio, deve essere scelta la dose più bassa che consente il controllo del dolore e della febbre. Di solito viene somministrato in capsule da 575 mg. Queste capsule devono essere deglutite intere e con l’aiuto di un po’ d’acqua.

Ci sono alcuni gruppi di popolazione che potrebbero necessitare di un aggiustamento della dose, come ad esempio:

  • Adulti e adolescenti di età superiore ai 15 anni : la dose raccomandata è di una capsula 3 o 4 volte al giorno, senza superare la dose massima di 6 capsule nelle 24 ore. Nel caso in cui il trattamento duri più di una settimana, deve essere effettuato un rigoroso monitoraggio della comparsa degli effetti avversi.
  • Anziani : questi pazienti devono assumere una dose più bassa. Il motivo è che l’eliminazione del farmaco può essere influenzata dal peggior funzionamento degli organi preposti a svolgerlo.
  • Pazienti con condizioni generali indebolite e clearance della creatinina alterata : la dose che devono assumere è inferiore perché l’eliminazione dei metaboliti del metamizolo può essere ritardata.
  • Pazienti con insufficienza renale ed epatica : in questo caso deve essere evitata la somministrazione di dosi ripetute del farmaco. Nei trattamenti a breve termine anche la dose deve essere ridotta.

Farmacocinetica

All’interno della farmacocinetica di Nolotil parleremo di 4 aspetti: assorbimento, distribuzione, metabolismo ed eliminazione.

Assorbimento di Nolotil

L’assorbimento è inteso come il processo mediante il quale il farmaco passa nel flusso sanguigno. Pertanto, Nolotil, dopo somministrazione orale, viene rapidamente idrolizzato nel succo gastrico dello stomaco nel suo principale metabolita, che, come abbiamo visto in precedenza, è la 4-metilamminoantipirina. Questo metabolita è facilmente e quasi completamente assorbito.

stomaco metabolismo farmaci pillole succhi gastrici

Se si assume il farmaco con il cibo, non vi è alcun cambiamento rilevante nella farmacocinetica del metamizolo, a differenza di altri farmaci, che ne risente.

Distribuzione

Il metabolita 4-metilaminoantipirina è legato per il 58% alle proteine plasmatiche. Non è una percentuale così alta come quella di altri farmaci, ma sufficiente per interagire con altri farmaci che si legano anche alle proteine.

Nolotil può attraversare la barriera placentare, quindi le donne in gravidanza dovrebbero fare attenzione con la sua somministrazione, poiché potrebbe influenzare il feto. Inoltre, i metaboliti del metamizolo sono escreti nel latte materno.

Metabolismo

Il metabolismo o biotrasformazione di un farmaco è una serie di reazioni chimiche che subisce il principio attivo di un farmaco per renderlo più solubile in acqua (solubile in acqua) e quindi facilitarne l’eliminazione.

Durante questo processo si possono ottenere composti (metaboliti) più o meno attivi rispetto al principio attivo, motivo per cui è della massima importanza.

metabolismo epatico del fegato

Nolotil, una volta assorbito e dopo biotrasformazione in 4-metilamminoantipirina, subisce biotrasformazione nel fegato, in particolare nel citocromo P450 mediante reazioni di ossidazione, demetilazione e acetilazione.

I principali metaboliti del metamizolo sono:

  • 4-metilamminoantipirina
  • 4-amminoantipirina
  • 4-formilamminoantipirina
  • 4-acetilamminoantipirina

Dei quattro metaboliti, l’effetto analgesico, antipiretico e antinfiammatorio del metamizolo può essere attribuito ai primi due.

Eliminazione

L’ emivita di questi metaboliti è di circa 2,5-4 ore a seconda dell’età del paziente. Raggiunge la sua massima concentrazione nel sangue tra 1 ora e 1 ora e mezza. La sua emivita è di 4 ore. Ciò significa che questa volta il corpo impiega il corpo per rimuovere metà della concentrazione ematica del farmaco.

Una volta metabolizzati, sia i metaboliti che il farmaco non metabolizzato vengono escreti nelle urine.

Effetti collaterali di Nolotil

A differenza di altri farmaci analgesici non oppioidi che agiscono sulla sintesi delle prostacicline, il metamizolo non produce effetti gastrointestinali significativi. Tuttavia, come tutti i farmaci, produce una serie di reazioni avverse che devono essere prese in considerazione.

nolotil

Pertanto, i principali effetti avversi di Nolotil sono dovuti a reazioni di ipersensibilità. Tra questi possiamo trovare:

  • Agranulocitosi
  • leucopenia
  • Trombocitopenia
  • Ipotensione (specialmente se somministrata per via parenterale)

D’altra parte, si può anche osservare la sindrome di Lyell e Stevens-Johnson. Allo stesso modo, possono verificarsi anche attacchi asmatici e cali critici della pressione sanguigna. Queste gocce sono dose dipendenti. Il paziente trattato può anche presentare dolore, reazioni locali e flebiti.

Interazioni

Nolotil può interagire con altri farmaci se il paziente sta assumendo entrambi i farmaci contemporaneamente. Il risultato di questa interazione può essere un aumento o una diminuzione dell’effetto.

Le interazioni farmacologiche sono della massima importanza perché il paziente può diventare gravemente avvelenato se non vengono prese in considerazione. Pertanto, se hai intenzione di assumere qualsiasi altro farmaco con Nolotil, consulta il medico o il farmacista prima di somministrarlo.

nolotil

Alcuni dei farmaci con cui ha una maggiore interazione sono:

  • Metotrexato e altri farmaci chemioterapici: aumenta la tossicità ematica dei farmaci chemioterapici. Questo effetto è più aggravato nei pazienti anziani.
  • Clorpromazina: può causare grave ipotermia.
  • Acido acetilsalicilico: meglio conosciuto come aspirina, il metamizolo può ridurre l’effetto antipiastrinico dell’acido acetilsalicilico.
  • Bupropione: Nolotil può abbassare i livelli ematici di questo farmaco.
  • Ciclosporina: il metamizolo può ridurre la concentrazione di ciclosporina.
  • Alcol: sia gli effetti dell’alcol che della droga possono essere aumentati.

Nolotil e agranulocitosi in Spagna

Questo effetto collaterale è stato scoperto negli anni 70. È stato il motivo per cui Nolotil è stato vietato in alcuni paesi come gli Stati Uniti Nonostante tutti gli effetti avversi citati, quello più temuto dai pazienti è l’agranulocitosi.

Questa reazione si verifica quando la persona smette di produrre neutrofili, un tipo di globuli bianchi. Queste cellule sono molto importanti per il sistema immunitario. Pertanto, la persona affetta da agranulocitosi rimane priva di difese e, di conseguenza, è molto esposta a possibili infezioni.

Il nolotil non è vietato in Spagna perché c’è un’importante componente genetica che predispone a soffrire di agranulocitosi e, a quanto pare, nel nostro paese, non ce l’abbiamo.

Ci sono studi che mostrano come ci sia una percentuale significativa di persone che ne soffrono nel nostro Paese che sono straniere. Insomma, l’incidenza di agrunolocitosi nel nostro Paese è molto bassa e il suo utilizzo è su prescrizione medica, quindi è sicuro.

Potrebbe interessarti ...
La gastrite: sintomi, cause e trattamento
Muy Salud
Leggi in Muy Salud
La gastrite: sintomi, cause e trattamento

La gastrite è un'infiammazione del rivestimento dello stomaco. Leggete e scoprite i sintomi distintivi, le cause e come viene trattata.



  • Güttler, K. (2015). Metamizol. Schmerz. https://doi.org/10.4072/rbp.2013.1.10
  • Imagawa, V. H., Fantoni, D. T., Tatarunas, A. C., Mastrocinque, S., Almeida, T. F., Ferreira, F., & Posso, I. P. (2011). The use of different doses of metamizol for post-operative analgesia in dogs. Veterinary Anaesthesia and Analgesia. https://doi.org/10.1111/j.1467-2995.2011.00617.x
  • Bar-Oz, B., Clementi, M., Di Giantonio, E., Greenberg, R., Beer, M., Merlob, P., … Berkovitch, M. (2005). Metamizol (dipyrone, optalgin) in pregnancy, is it safe? A prospective comparative study. European Journal of Obstetrics Gynecology and Reproductive Biology. https://doi.org/10.1016/j.ejogrb.2004.07.004
  • Agencia Española de Medicamentos y Productos Sanitarios. (2018). NOLOTIL Cáps. 575 mg – FICHA TÉCNICA.

Los contenidos de esta publicación se redactan solo con fines informativos. En ningún momento pueden servir para facilitar o sustituir diagnósticos, tratamientos o recomentaciones provenientes de un profesional. Consulta con tu especialista de confianza ante cualquier duda y busca su aprobación antes de iniciar o someterse a cualquier procedimiento.