Va bene fare la doccia tutti i giorni?

Daniela Andarcia · 17 Marzo, 2021
La frequenza delle docce dipende dallo stile di vita, dall'età e persino dalle stagioni. Scoprite se va bene fare la doccia tutti i giorni e i possibili effetti sulla salute.

Di una cosa non si può dubitare, la doccia offre molti vantaggi; allevia i dolori muscolari, stimola la circolazione, migliora la concentrazione, riduce la stanchezza e lo stress e, a seconda del tipo di doccia, facilita la respirazione. Nonostante ciò, la domanda è: va bene fare la doccia tutti i giorni?

Molti paesi mantengono alta questa tradizione, anche se da un punto di vista medico potrebbe non essere necessario. È però vero che alcuni tipi di lavoro rendono la doccia quotidiana essenziale, al di là degli standard sociali di pulizia e di estetica.

In generale, non è indispensabile fare la doccia o il bagno tutti i giorni, ma anche l’opposto non è salutare. Vediamo quali sono le conseguenze che derivano dall’abitudine di fare troppe docce, di non farne a sufficienza e altri problemi relativi all’igiene.

Quando è troppo?

Una delle conseguenze del fare la doccia ogni giorno è la secchezza della pelle
Fare la doccia più volte al giorno, soprattutto con acqua calda, può provocare secchezza della pelle.

Nonostante le raccomandazioni dei dermatologi, la necessità di fare la doccia varia da persona a persona. Siamo infatti tutti diversi così come sono diversi temperatura corporea e clima. Naturalmente, la quantità di docce necessarie dipende anche dalla stagione.

In realtà non esiste una regola precisa per sapere quando ci stiamo lavando troppo. L’osservazione e l’intuizione ci diranno quando è necessario, perché il corpo sarà pronto a inviarci dei segnali. Tenete presente che fare la doccia tutti i giorni o troppo spesso potrebbe causare:

  • Pelle secca e squamosa.
  • Prurito o aumento della sensibilità.
  • Capelli spenti, fragili e secchi.
  • Possibili sfoghi cutanei come l’eczema.

Se siete tra quelli a cui non piace saltare il rito della doccia quotidiana, sappiate che l’American Academy of Dermatology consiglia di limitarsi a una doccia al giorno. Esagerare con le docce ha come conseguenza il lavare via gli oli naturali del corpo, quindi causa secchezza, irritazioni ed eczemi. La pelle tenderà quindi a screpolarsi e arrossarsi.

Per chi soffre di psoriasi, fare più di una doccia al giorno può essere controproducente poiché si corre il rischio di peggiorare la situazione. Un altro motivo per cui ciò è da evitare, è che tende a lavare via i “batteri buoni” dalla pelle, aumentando il rischio di infezione.

(Tra parentesi, questa abitudine comporta un elevato consumo di acqua. Quando siamo sotto la doccia, spesso non siamo consapevoli di quanta acqua stiamo usando). Fare docce brevi si farà notare anche sulle bollette dell’acqua.

La doccia a seconda della stagione

Il susseguirsi delle stagioni è inevitabile, ma a seconda del paese, l’inverno potrebbe essere più freddo e secco e l’estate più calda e umida.

Le temperature rigide dell’inverno rendono necessario il riscaldamento in casa e in ufficio, fatto che porta la pelle a diventare più secca. Di conseguenza, l’abitudine della doccia dovrebbe essere modificata per proteggere la pelle dalla secchezza.

  • In inverno le docce dovrebbero essere più brevi. Non superate i 5 minuti.
  • Chiudete la porta del bagno per catturare il vapore e aumentare l’umidità.
  • Evitate le docce bollenti e le insaponate. Meglio una doccia tiepida con un detergente delicato.
  • Non esagerate con il bagnodoccia. Un po’ è abbastanza.
  • Asciugatevi con un leggero massaggio.
  • Appena usciti dalla doccia, applicate generosamente una crema idratante su tutto il corpo per intrappolare l’umidità nella pelle.

La doccia in base all’età

Il numero delle docce varia man mano che cresciamo e invecchiamo. Ricordate che:

Nei bambini piccoli

I bambini non hanno bisogno di essere lavati ogni giorno. Secondo l’American Academy of Pediatrics, nel primo anno del bambino possono essere sufficienti tre bagni a settimana. Bagni più frequenti rischiano di seccare la pelle.

Nei bambini

Sebbene il bagno quotidiano nei bambini dai 6 agli 11 anni sia sicuro, l’American Academy of Dermatology consiglia di fare la doccia solo ogni qualche giorno. Una volta raggiunta la pubertà, sarà necessario valutare. Il bisogno di fare la doccia varierà da bambino a bambino: in alcuni casi potrebbe essere necessario fare la doccia ogni giorno.

Negli adolescenti

Dipende da quanto sono attivi. Gli adolescenti che fanno sport tutti i giorni possono aver bisogno di docce quotidiane.

Anziani

Gli anziani potrebbero non aver bisogno di fare la doccia tutti i giorni. In tal senso, due o tre docce a settimana potrebbero essere sufficienti per mantenere pulita e sana la pelle. Negli altri giorni basterà una spugna o un panno in umidito con acqua calda per lavarsi e rinfrescarsi.

Se avete degli anziani in casa, aiutarli a lavarsi potrebbe essere ben accetto, poiché anno dopo anno la loro mobilità si riduce.

Fare la doccia ogni giorno: dipende dal vostro lavoro

Fare la doccia ogni giorno è necessario per alcune professioni.
I netturbini sono un ottimo esempio di professione che richiede docce quotidiane.

La frequenza con cui occorre fare la doccia dipende dal tipo di lavoro che svolgiamo. Chi lavora in ufficio o in casa, ad esempio, non ha la stessa necessità di fare la doccia di chi lavora a contatto con prodotti chimici, animali o in luoghi considerati antigienici.

I mestieri che potrebbero richiedere docce più frequenti sono quelle di operaio, facchino, minatore, netturbino, macellaio e addetto alla disinfestazione. Dovrà fare la doccia alla fine di ogni turno chi lavora con sostanze pericolose, agenti patogeni, materiali radioattivi o corrosivi.

Fare la doccia non appena rientrate a casa potrebbe salvarvi la pelle dal rischio di lesioni anche se lavorate a contatto con le piante. Gli orticoltori, gli arboricoltori e i giardinieri dovrebbero tenere presente questo consiglio.

Invece, secondo uno studio pubblicato su Harvard Business Review, le docce fredde riducono i giorni di malattia. I volontari che hanno preso parte a questo studio e che hanno fatto almeno 30 secondi di doccia fredda ogni giorno per un mese si sono ammalati il 29% in meno rispetto a chi non lo ha fatto.

Cosa succede se non facciamo abbastanza docce?

Non bisogna esagerare, sia fare la doccia troppo che fare la doccia troppo poco potrebbe essere controproducente. Il segreto è trovare un buon compromesso tra salute della pelle e igiene del corpo.

Far passare troppo tempo tra una doccia e l’altra può far sì che l’odore prenda il sopravvento. Le ghiandole sudoripare sono presenti su gran parte della superficie del corpo. È inevitabile a un certo punto iniziare ad avere un cattivo odore.

Si favorisce inoltre l’accumulo sulla pelle di cellule morte, sporco e sudore che finiscono per ostruire i pori. In breve, se non facciamo un numero sufficiente di docce potremmo favorire:

  • Acne.
  • Cattivo odore corporeo.
  • In casi estremi, macchie spesse e squamose note come dermatite negletta.

Come fare la doccia senza aggredire la pelle

Ecco alcuni consigli per prendersi cura della pelle sotto la doccia:

  • Non fate la doccia con acqua troppo calda: è dimostrato che irrita la pelle. È meglio usare acqua tiepida
  • Se vi va di fare la doccia tutti i giorni, limitatevi a una. Nei giorni in cui non la fate, lavate il viso, le ascelle e fate il bidet.
  • Non state più di 10 minuti sotto la doccia.
  • Usate un sapone delicato, assicuratevi di risciacquarvi bene,
  • Finita la doccia, tamponate la pelle con un asciugamano piuttosto che strofinare. In questo modo la pelle tratterrà meglio l’umidità.
  • Ricordate di usare una crema idratante dopo ogni doccia.

Fare la doccia ogni giorno, sì o no?

Fare la doccia troppo spesso può essere controproducente. Alcuni tipi di lavoro richiedono la doccia tutti i giorni o più regolarmente di altri, ad esempio quelli a contatto con sostanze tossiche o svolti in ambienti antigienici.

Non esiste una regola che indichi quanto è troppo. Occorre usare un po’ di buon senso e raggiungere un equilibrio tra salute della pelle e igiene del corpo.

Evitate l’acqua calda in inverno, per quanto allettante possa essere. Consultate il dermatologo se, nonostante seguiate queste regole, la pelle appare secca, infiammata o irritata.

  • The American Academy of Dermatology. Ask a Dermatologist: Do long, hot showers damage your skin? Available from: https://www.aad.org/public/everyday-care/skin-care-basics/dry/hot-showers-damage-skin
  • The American Academy of Pediatrics [Published 2020 Mar 03]. Bathing Your Baby. Available from: https://www.healthychildren.org/English/ages-stages/baby/bathing-skin-care/Pages/Bathing-Your-Newborn.aspx
  • The American Academy of Dermatology. How to bathe your newborn. Available from: https://www.aad.org/public/everyday-care/skin-care-basics/care/newborn-bathing
  • Harvard Business Review [Published Mar-Apr 2018]. Cold Showers Lead to Fewer Sick Days. Available from: https://hbr.org/2018/03/cold-showers-lead-to-fewer-sick-days
  • Sasaya, E. M., Ghislandi, C., Trevisan, F., Ribeiro, T. B., Mulinari-Brenner, F., & Gaiewski, C. B. (2015). Dermatosis neglecta. Anais brasileiros de dermatologia, 90(3 Suppl 1), 59–61. https://doi.org/10.1590/abd1806-4841.20153656
  • InformedHealth.org [Internet]. Cologne, Germany: Institute for Quality and Efficiency in Health Care (IQWiG); 2006-. Skin care for eczema. 2017 Feb 23. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK424900/