Prevenire l'emicrania

Sia nella prevenzione che nel trattamento dell'emicrania, le abitudini possono contribuire notevolmente al benessere. In generale, è sempre bene mantenere un atteggiamento flessibile, evitando gli eccessi. 
Prevenire l'emicrania

Scritto da Maite Córdova Vena, 11 settembre, 2021

Ultimo aggiornamento: 11 settembre, 2021

Per prevenire l’emicrania, occorre innanzitutto avere chiare due cose: la prima è che ogni strategia deve essere adattata e la seconda che nessuna può funzionare da sola. Ogni misura preventiva deve essere sostenuta dalle altre. 

In altre parole, non sarà la compressa di analgesico, la tazzina di caffè o la mezz’ora di meditazione che impedirà l’insorgenza dell’emicrania. Funzionerà la combinazione di queste e altre strategie, come bere molta acqua ogni giorno e riposarsi a sufficienza.

Cura di sé e buone abitudini di vita per prevenire l’emicrania

Sia nella prevenzione che nel trattamento dell’emicrania, le abitudini possono contribuire notevolmente al benessere. Ciò è confermato da vari studi e portali di informazione specializzati, come Medline Plus.

Dormire a sufficienza

L’emicrania può comparire in presenza di cambiamenti drastici nella routine del sonno. Quindi, dormire troppo o non dormire a sufficienza può innescare un episodio.

Per questo motivo, si consiglia di mantenere una buona routine del sonno come prevenzione. Ciò implica quanto segue:

  • Dormire a sufficienza ogni giorno: almeno 7 ore.
  • Mantenere un orario quasi fisso: alzarsi e andare a letto alla stessa ora.
Dormire bene per prevenire l'emicrania.
Un riposo adeguato è una misura semplice per prevenire episodi acuti di emicrania.

Prevenire l’emicrania a tavola

Proprio come alcuni cibi e combinazioni possono contribuire a scatenare l’emicrania, ve ne sono altri che fanno il contrario. Secondo il manuale MSD, la reazione al cibo è individuale, quindi ognuno di noi deve identificare cosa fa bene e cosa non fa bene al proprio corpo.

Ad esempio, parlando della caffeina, sono ancora molte controversie. Da un lato ci sono persone che riescono addirittura a prevenire l’emicrania con il consumo di caffè, mentre altre dovrebbero evitarlo.

In generale, è stato osservato che i pazienti con tendenza a soffrire di emicrania dovrebbero evitare cibi che contengono:

  • Tiramina: presente in formaggi stagionati, prodotti a base di soia, fagioli, salumi, pesce affumicato o essiccato e alcuni tipi di frutta secca.
  • Nitrati: salumi e ultraprocessati.
  • Glutammato monosodico: molto comune nel cibo pronto e da fast food.

Bere molta acqua

Una buona idratazione può contribuire notevolmente al benessere. L’ideale è dare priorità all’acqua e alle bevande che non contengano caffeina, come i succhi di frutta naturali e alcuni infusi naturali.

Ridurre gli stimoli sensoriali

In considerazione del fatto che luce, rumore e odori possono scatenare o aggravare l’emicrania, è consigliabile ridurre questo tipo di stimoli, soprattutto a casa.

In questo senso, semplici accorgimenti, come abbassare un po’ le luci nella stanza e mantenere una buona ventilazione, possono aiutare a prevenire o mitigare un episodio di emicrania. Sono in molti, infatti, che vanno a riposare in una stanza tranquilla, buia e fresca quando iniziano a notare il disagio.

Evitare l’uso di dispositivi elettronici è una misura altamente raccomandata quando si vuole prevenire l’emicrania. Anche con luminosità ridotta, possono essere fastidiosi e intensificare il disagio, soprattutto se vengono utilizzati per lunghi periodi di tempo.

Imparare a gestire lo stress

Lo stress è uno dei fattori scatenanti più comuni dell’emicrania. Sebbene per qualcuno non sia difficile gestirlo, a volte potrebbe essere necessario ricorrere ad alcuni strumenti o tecniche. Alcuni dei più consigliati sono gli esercizi di rilassamento e il biofeedback.

Evitare completamente lo stress non è realistico. Pertanto, ciò che si deve fare è imparare a gestirlo.

Lo yoga, la respirazione profonda, il mindfullness e la terapia cognitivo comportamentale hanno dimostrato di essere efficaci nel prevenire e alleviare gli episodi di emicrania e lo stress emotivo quotidiano.

Un moderato consumo di caffeina

Sebbene la caffeina (che si trova nel caffè, nel cioccolato e nel tè) sia stata collegata all’insorgenza dell’emicrania, a qualcuno può dare sollievo. Come abbiamo detto, il rapporto con il cibo è personale: potete provare a bere un po’ di caffè e valutare se aiuta o meno.

È importante essere moderati ed evitare qualsiasi eccesso. Bere molto caffè o astenersi del tutto, quando si è abituati a berlo, potrebbe aggravare la situazione.

Evitare le temperature estreme

Tutti gli eccessi sono dannosi, più che mai quando si tratta di prevenire l’emicrania.

In relazione all’abbigliamento, sia vestirsi troppo che patire il freddo possono contribuire all’insorgenza dell’emicrania. Vestirsi a strati è un’opzione consigliata perché consente di regolare facilmente la temperatura corporea in qualsiasi momento.

La temperatura ambientale influisce sull'emicrania.
La temperatura calda o fredda può scatenare una crisi di emicrania, quindi è sempre bene cercare di regolarla.

La farmacologia per prevenire l’emicrania

Se soffrite di emicrania con una certa frequenza (da 3 a 5 episodi al mese), il medico può consigliarvi di utilizzare alcuni farmaci da banco (farmaci antinfiammatori non steroidei o paracetamolo).

La Food and Drug Administration (FDA ) ha approvato il primo farmaco per la prevenzione o il trattamento dell’emicrania con o senza aura negli adulti: Nurtec ODT ® (rimegepant).

Altri farmaci che si sono dimostrati efficaci nella prevenzione dell’emicrania sono:

  • Beta-bloccanti: propranololo, nadololo, atenololo e metoprololo.
  • Calcioantagonisti: flunarizina.
  • Antidepressivi: amitriptilina, fluoxetina e altri inibitori della ricaptazione della serotonina.

A seconda dei casi, alcuni farmaci possono essere più utili di altri. Non è consigliabile ricorrere all’automedicazione, poiché potrebbe scatenare l’emicrania invece di prevenirla.

D’altra parte, il medico può consigliare di tenere un diario dell’emicrania (sul cellulare , in un blocco note virtuale o in un taccuino di carta) in cui annoterete come vi sentite, quando avete notato il disagio e i possibili fattori scatenanti.

Il diario vi aiuterà a identificare i fattori di rischio e, quindi, a evitarli. Il modo migliore per prevenire le emicranie è cercare di mantenere un atteggiamento flessibile e abitudini sane, evitando gli eccessi.

Potrebbe interessarti ...
Convivere con l’emicrania
Muy SaludLeggi in Muy Salud
Convivere con l’emicrania

Sebbene non esista ancora una cura, è possibile convivere con l'emicrania nel migliore dei modi adottando pochi semplici accorgimenti.